Internazionale



La Fuga dei Pensionati INPS.it che si trasferiscono all'estero

|

La situazione italiana per pensionati e giovani è difficile, chi ha la possibilità tende ad emigrare, o almeno ci prova.
Se i giovani hanno il problema del lavoro, gli anziani e pensionati devono fare i conti ogni mese con pensioni basse che obbligano inevitabilemente ad adeguarsi e a risparmiare per arrivare fino alla fine del mese e non raggiungere la soglia di povertà, ma c'é una via d'uscita per chi ha lavorato una vita e non vuole passare una vecchiaia da fame: emigrare.

Emigrare non è una scelta facile e soprattutto non è alla portata di tutti, legami sociali in Italia, differenze culturali, pratiche burocratiche, salute, ma la situazione in Italia non può che peggiorare, il costo della vita è sempre più alto e la pensione come uno stipendio decente è sempre più un miraggio, quindi gli incentivi per andarsene si fanno sempre più forti.

L'inerzia della classe politica, la mancanza di visione sul futuro, le rendite di posizione, non accennano a diminuire e per di più c'é la crisi internazionale ed Europea alle porte.

Gli unici garantiti, seppur con poco, sono rimasti i pensionati e quei pochi soldi possono essere usati per tirare a campare in Italia, magari con un prestito dilazionato per pensionati oppure possono servire per vivere in un paese estero "da signori" o almeno dignitosamente, grazie alla rivaluzione mensile della propria rata pensione.


Berlino, impressioni e dove mangiare alla buona

| | |

Non proprio voglia di fare un post come si deve, ci sono già guide scritte e riscritte su musei, monumenti, ecc..
Quindi mi sono segnato un po' di cose particolari ed ecco qui il succo.

Innanzitutto sfatiamo un mito, i tedeschi sanno l'inglese come tutti quei popoli che non guardano i film in lingua originale e con i sottotitoli, inoltre è vero, sottosotto sembra di essere in un grande centro sociale: gente che ti chiede soldi dentro la metro che parla da sola o ti chiede soldi, ragazze in stile lesbo-emo con ciuffo e capelli rasati, ma soprattutto vecchiette con capelli ad minkiam.

Non so se si vede ma questa vecchietta con lo sguardo "vispo" ha i capelli viola.

Ne ho viste altre con i capelli arancioni o fuchsia e mi sono fatto l'idea che siano tutte daltoniche, ce ne sono troppe!
Ci sono molte enie di immigrati, ma onestamente me ne immaginavo di più, turchi, italiani, est europa, greci, asiatici sono i principali e si vede anche abbastanza dai vari chioschi e ristoranti presenti.

Se tutti pagassimo le tasse i politici italiani ruberebbero il doppio

La frase ha un fondo di verità e girando Berlino in lungo e largo viene proprio da chiedersi come c4zz0 è possibile qui la vita costa meno e le persone guadagno di più? In realtà è un po' un cane che si morde la coda, ma davvero con esempi terra-a-terra loro riescono a fare fino in fondo cose che noi tentiamo o non consideriamo proprio.

Raccolta differenziata

In Italia una bottiglietta d'acqua vuota PET vale 0€, sia che la metti nell'indifferenziato, sia che la metti nella plastica.
Non è un sistema meritocratico.
In Germania, Lidl, Real e tutte le catene di alimentari hanno un raccoglitore automatico di bottiglie di plastica e vetro che per la stessa bottiglietta di da 0,25€ in buono spesa.
Lo sforzo maggiore per la differenziazione viene ricompensato. In Italia la stessa tecnica l'ho vista 10 anni fa, non è mai decollatata, tecnologie inadeguate e progetti isolati, mai progetti sistematici.

Trasporti pubblici

In tutta Europa probabilmente i guidatori di bus controllano (o fanno finta) il biglietto e lo vendono a chi non ce l'ha(il resto viene dato da una macchina automatica).
In Italia, salvo su tratte strategiche piene di controllori, il guidatore guida e basta.
Non a caso qui c'é una ragnatela impressionante di trasporti pubblici: U (metropolitana), S (treni cittadini dove puoi portare la bici), tram (Berlino Est) e bus.

Mangiare e bere

Sulle guide turistiche viene consigliato come piatto tipico il currywurst, personamente l'ho provato insieme al bochwurst (quello bianco fritto) e non ho sentito più di tanto la differenza. Quello che vi consiglio io è: Kasseler, dovrebbe essere tipo porchetta marinata con aromi. Spacca di bbrutto!!!
Un panino tipo rosetta con kasseler alta un pollice costa 1,50€ !! Mangiato da Heisse Thekhe.

Trend, Mode e bizzarie.

  • Le cuffie non aucolari (quelle grosse paraorecchie), vanno molto di moda qui, addirittura da Saturn ci sono tipo 30 modelli che sono disposizione da provare.
  • I semafori per i pedoni durano poco e non segnalano il giallo, quindi all'improvviso ti trovi in mezzo alla strada col rosso.
  • Le piste ciclabili sono ovunque e sono molto utilizzate. Addirittura qualche papà attacca un carrettino per poter portare 2 bambini insieme.
  • I netbook più econonici sono a 279€, strano in Italia se ne trovano intorno ai 200€.
  • Fontane potabili e bagni pubblici gratuiti non esistono, infatti la gente gira con una bottiglietta di qualcosa sempre dietro.
  • I bagni nei centri commerciali sono quasi sempre a pagamento, per fortuna c'é il Mc Donald
  • L'uscita senza acquisti non esiste
  • Bomboloni o Krapfen non esisteno, al massimo ci sono Brezel e altre schifezze tutta glassa

Per ora è tutto, statemi bene


Gente strana e incontri da ostello

|

Gli ostelli credo che siano visti in Italia come hotel per ragazzini o barboni. Stando in questo ostello di lusso con piscina e sauna posso tranquillamente sfatare queste credenze, dove mi trovo ora, ma anche in altri ostelli dove sono stato il clima che viene a crearsi è davvero particolare perchè non è solo una questione di risparmio è proprio un modo di concepire il viaggio e di fare incontri.

Puoi chiuderti in una stanza con quei 2 amici che conosci, oppure puoi andare a dormire con dei perfetti sconosciuti con i quali puoi interagire oppure no e a volte capita che anche se ti fai cavoli tuoi loro interagiscono con te.

Onestamente è difficile che da queste interazioni nascano delle interazioni sociali durature, ma non si sa mai. In questo momento c'é l'esperto SEO che vi ho già introdotto che si sta baccagliando una svedese sui 38.
La motivazione è semplice, incontri un mucchio di gente ma mediamente non c'é tempo di mangiare "un kilo di sale" per conoscersi meglio e poi mediamente le persone rimangono in un ostello 2 o 3 notti quindi è un via vai continuo, se non c'è uno scambio di contatti privati e una reale intenzione di proseguire la conoscenza tutto svanisce con la stessa velocità con cui è iniziato e a dire il vero credo che ci sarà qualcuno che va in ostello non tanto per turismo classico, ma per cuccare. Però per andare oltre c'é necessariamente bisogno di un'altra struttura perché qui tutti sono stipati come sardine.

Questi sono alcuni degli incontri che ho fatto finora.

Gemelle texane

Sono state compagne di stanza per qualche giorno e in qualche modo seguivano un format comune a molti giovani americani: quando si diventa adulti bisogna fare un viaggio in Europa per dimostrarlo.
Queste ragazze erano terribilmente sincronizzate, quando una guardava un film, l'altra pure (condividevano l'auricolare), quando una leggeva, l'altra pure. Incredibile.
Quando è finito il film una delle 2 è andata a pisciare e ha fatto una pisciata megagalattica, allora le faccio:"Dev'essere stato un film lungo se avevi tutta quella pipì da fare" e poi s'è messa a ridere.

Russo

Project Manager logorroico di Mosca, anche lui ha uno smartphone Android e un iPad2 come tablet. Mi ha buttato giù il morale quando mi ha detto che in Russia un programmatore prende 2000€ al mese e lo stipendio minimo è di 1050€.
Siamo proprio un paese del terzo mondo, altro che articolo 18, qui i giovani hanno poche tutele nel lavoro e anche uno stipendio basso. Ci hanno f*ttuto.

Coreani del sud

Due fratelli che si sono fatti un viaggio sabbatico in europa. Nonostante la caduta del dittatore della Korea del nord anche loro non sanno assolutamente niente di cosa accadrà in quel paese.

Taiwain e Filippine

Entrambi studiano in Francia e non parlano francese, non riesco a spiegarmi come possano  sopravvivere. Il ragazzo di Taiwan è appassionati di cibo italiano e Italia del Sud. perché gli piace la vita rilassata e il risotto al nero di seppia. Sentirlo dire da un cinese di Taiwan fa un certo effetto.
Mi ha anche detto che Taiwan ha la sua moneta, il suo parlamento e le tasse non vanno in Cina, ma formalmente è Cina, comunque lui mi ha detto che non vuole fare parte della Cina. Della serie le cose si fanno ma non si possono dire.

Giapponese strabica

L'ho vista quando ha fatto il checkin, poi ha attaccato lei bottone e mi ha chiesto dove doveva mettere la scatoletta di tonno nella raccolta differenziata. Le ho detto che nella mia città vetro e lattine andavano insieme. In effetti aprendo il contenitore anche qui sembra lo stesso. Però è impossibile parlarci, ti risponde arigato in continuazione e non sa una mazza d'inglese (certo è coraggiosa a viaggiare da sola in queste condizioni). Poi quando le parli guarda altrove, ma è un'abitune di molte ragazze asiatiche come ho già avuto modo di notare.

Americana di Washinton DC

Questa è in assoluto la tipa più cool con la quale ho parlato. Pensavo che venendo qui avrei parlato più inglese, invece intercambio dall' "italiano lento" all' "inglese whatzamerica".
Mi chiede se sono italiano e da una cosa tira l'altra mi dice che vive a Briancon, fa una specie di mediatrice interculturale e che per venire qui anche lei ha preso il volo Ryanair dal mio stesso aeroporto italiano. Increddibol.
Peccato che non ci siamo più rivisti.

Gruppo di turchi

Studiano in Polonia perché lì la vista costa meno dell'Europa dell'Ovest e possono parlare in inglese. Sono molto simpatici e anche se sono islamici andavano giù pesante con Sangria e birra. Una cosa che gli piace tanto della Polonia sono le ragazze perché gli riempono di complimenti perché sono abbronzati e hanno degli occhi bellissimi.
Complimenti che non avrebbero mai ricevuto dalle ragazze turche perché li sono tutti mulatti e con gli occhi scuri.
Gli piacerebbe entrare nell'Unione Europea, ma non più di tanto perché a loro dire in Turchia c'é tutto.
Un episodio particolare che hanno avuto qui è che hanno cercato di derubarli perché un ragazzo con la scusa di insegnargli il Flamenco ha tentato di sfilarli il portaglio.
Personalmente qui non mi è mai accaduto niente del genere, anzi mi è capitato che delle persone locali mi chiedessero delle informazioni stradali.

Cioccolatine del Ghana

Studiano in Francia, parlano francese (e pochissimo inglese), ma sono del Ghana.
Le ho incrociate quando sono arrivate all'ingresso dell'ostello e poi le ho ritrovate in sauna.
Ehm.. porcazozza sono delle macchine per far figli, hanno delle chiappe e delle zizze incontenibili, ma un vitino sottile.
Mi hanno detto che vogliono finire gli studi in Francia e poi tornare nel loro paese natale. A differenza di molte connazionali, che battono le strade e  sono sotto influenza di magia nera, loro sono molto fortunate.

Italiani

A differenza di tutti gli altri popoli, gli italiani erano i più disperati. Perché non erano venuti qui a cazzeggiare o per viaggiare, ma sono arrivati qui per rimanere a qualsiasi costo.
Ma le cosa più interessante è il vero motivo.
Romano. Questo italiano già lavora qui come receptionist, dopo aver lavorato per diversi anni a Londra in un pub, e ha scelto questa città perché gli piace, ma soprattutto perché ha sposato una brasiliana. Il nesso è che la ragazza ha lavorato in Italia con dei documenti falsi, ma ora sta lavorando qui perché questo paese offre la cittadinanza europea dopo solo 2 anni a tutti latino-americani. Inoltre essendo che non ha dichiarato che è andato via dalla Gran Bretagna a breve riceverà anche la cittadinanza inglese. :0
Toscano. Questo ragazzo è partito con 2 valigie per lavorare qui come cuoco e dopo alcuni giorni in ostello ha preso casa e cellulare locale. La motivazione qui si può riassumere con: "apatia".
Perché gli ho chiesto quanto si aspettava come salario e la risposta è stata almeno 500€, ma se consideriamo che l'affitto della casa gli costa 150€/200€, poi aggiungi il cibo e sfori.
Ma evidentemente la sua era più una voglia di fare esperienze nuove e fuggire che non altro.

Nella foto un vecchietto in forma che gli piace camminare nudo sulla spiaggia a dicembre.

Vicende di un espatriato (seconda puntata)

|


Sembra la replica della scorsa sera, dopo una giornata intensa e i piedi a pezzi eccoci di nuovo qui a sistemare un po' i siti e a bloggare. Le americane col cestello di birra hanno appena finito e io ho appena iniziato a sorseggiare le mie birre frutto di uno scatto repentino a  meno 5minuti che l' happy hour finisse. Con oggi siamo a 3, ma il problema non non sono le birre piccole bensì i fritti.


Pranzo a base di carrubbe e calamari fritti

L'alimentazione di oggi è stata particolare, inizio a fare colazione con caffelatte e pane con margarina e marmellata, poi a metà mattina continuo con uno spuntino a base di finocchi e carote crude, poi arriva l'ora di pranzo.
Girovagando mi ero promesso di mangiare decentemente, ma nella zona universitaria ci sono tutti cibi tipo fast food, oppure insalate con tutto dentro, stile "oggi svuotiamo il frigo". Così ho deciso di proseguire e saltare temporaneamente il pasto.
Cercavo qualcosa a base di pesce, ma se non sei dalle parte del porto (caro e turistico) non è così immediato trovare del pesce buono ed economico. Andando in parco anche questo molto bello e tenuto bene, ho trovato una pianta con dei frutti famigliari a terra. Carrubbi! Così mi sono messo a muovere i rami giusti per prendere i frutti migliori e questo è stato il mio pasto/antipasto. Le carrubbe erano veramente buone e sazianti, poi il gusto cioccolatoso era ancora più accentuato visto che si erano seccate naturalmente sulla pianta.
Verso le 15, mi viene un'altro languorino e non era per nulla voglia di un Kinder Bueno, trovo un posticino grazioso con diversi piatti, ho provato a dirle che volevo un fritto misto di pesce, ma qui pare non andare, perchè mi ha risposto "sushi?" devi prendere qualcosa di monotematico. Quindi ho preso frittura di calamari 7,35€.
Davvero ottimi, poca pastella, ma soprattutto non erano congelati o surgelati, quindi il gusto e la consistenza erano davvero super. Poi ho fatto merensa con delle sfogliatine napoletane del Carrefour 1€ ma sia l'impasto che la crema lasciano desiderare.
Avrei voluto qualche dolce più tipico, ma a parte del torrone glassato tutti gli altri dolci sono panettoni italiani più o meno tarocchi.

Quartiere universitario

In questa città, c'é un quartiere universitario che è una vera e propria città! C'é il politecnico, architettura, informatica, economia,.. sono tutti edifici nuovi e credo sia una bella comodità avere tutti i corsi in un solo posto invece che strutture duplicate e frammentate in giro.
Ho girato un po' dentro e mi è sembrato tutto a posto, mi ha colpito che c'era un totem pubblicitario che invitava le ragazze a donare gli ovuli e un altro dedicato a Windows Phone 7 sul nuovo Nokia, chissà se c'era qualche legame. Comunque c'era anche un laboratorio con Linux Suse.

Rispetto delle regole, bus e smartphone esaurito

Credo che la bellezza di questa città sia anche dovuto al rispetto delle regole. Dopo un bel po' di zonzo, ho visto un autobus e l'ho preso al volo pensando riposarmi un po'.
Dopotutto ho un po' di corse che non so mai se le utilizzerò tutte.

Prendendo il bus al volo sono entrato dalla porta centrale invece che quella davanti al guidatore. Non l'avessi mai fatto!
Il guidatore non aveva nessuna intenzione di ripartire, nel frattempo trovo il biglietto e chiarisco tutto.
Mi avvicino e gli dico in italiano, dove posso bollare il biglietto e lo faccio vedere. Mi risponde che devo scendere ed rientrare dalla porta principale.
Senza fiatare scendo e vado davanti la porta principale, ma a questo punto lui invece di aprire riparte.
Rimango, un po' male, alla fine ha visto che ero straniero, ma in invece di arrabbiarmi incivilmente, ho giusto quei 3 secondi per preparare uno scracio mitico a base di sputo e residui di sfogliatina napoletana tarocca che va precisamente a piazzarsi in mezzo ai vetri posteriori. Si sa gli italiani sono generosi e ti lasciano sempre qualcosa :D
Comunque la delusione maggiore non l'ho avuta da questo autista str..nz ma dalla batteria del mio smartphone che mi ha lasciato inesorabilmente e visto che non è solo un cellulare, ma un'agenza, macchina fotografica, non che cartina irrinunciabile con GPS della città, ho deciso di andare in modalità di emergenza e ho acceso i neuroni per combinare le stazioni metro per tornare alla mia "stazione casa". Dopo tutto erano già le 17 e iniziava a fare freddo oltre al solito vento.

Piscina, sauna e bagno turco in 45minuti

Trasformando sfiga in opportunità, sono tornato in ostello e mi sono dato alla palestra, o meglio piscina, idromassaggio, bagno turco, sauna e doccia. Dopotutto avevo i piedi a pezzi e non sarei riuscito occupare il tempo in modo più utile senza dover appoggiare i piedi per terra, inoltre c'é un'altro win point, cioé che non avendo un phon ero costretto a sfruttare quello della palestra prima o poi, se volevo farmi una doccia "capelli compresi".

Concludo che sono sempre più soddisfatto di aver fatto questo viaggio da solo, perché ho un'organizzazione dei tempi troppo ottimizzata/particolare che difficilmente si sarebbe potuta adattare un itinerario alternativo se ci fosse stata anche un'altra persona.

sa sa prova blogging da espatriato

|


Dopo aver maturato la convinzione che il mio lavoro si possa svolgere in qualsiasi parte del mondo interconnesso, mi sono deciso di passare dalla teoria alla pratica.



Mi trovo in una bellissima città che sembra italiana per la fisionomia e la lingua e invece non lo è. Sono alloggiato in un ostello di fascia alta con piscina, sauna da 7€ a notte e dopo aver trascorso 24h girovagando per questa città già intuisco come mai molti italiani hanno deciso di trasferirsi qui e anche Flavio Briatore ritiene che l'Italia sia un bel paese, ma per fare la vacanze

Per ora posso dire:
  • simile alll'Italia nella cultura, clima e stile di vita
  • ci sono tanti servizi e opportunità per i giovani
  • in generale vivere costa meno

Bene, finita l'introduzione passo a qualche vicenda curiosa o almeno ci provo, volevo una birra media ma con 1,50€ mi hanno dato 2 birre piccole San Miguel perché sono in modalità happy hour


Il SEO british che detiene il dominio latviantouristguidecom

Sembra un po' una coincidenza ma in questo ostello multietnico ci sono anche persone over 35 e di qualsiasi nazionalità.
Il personaggio che oggi mi ha colpito è questo uomo british, che dopo 5 tentativi via Skype finalmente è riuscito a parlare con suo interlocutore di questo dominio, non so forse sta provando a venderlo, ma invece di usare uno smartphone o auricolari, parla via Skype direttamente dal suo Macbook Air e tiene la testa in mezzo a tastiera e schermo come se si trattasse di una cornetta.

Il vecchietto che parla italiano e mi offre il testo di 

Ieri sera, invece, sono andato a prendermi delle patate fritte in bar gestito da cinesi (qui ci sono tanti asiatici, sia turisti che lavoratori) e un signore anziano dopo aver apprezzato il mio misto di 3 lingue, si è messo a parlare in un italiano discreto e mi ha offerto un te.
Mi ha raccontato che era venuto nella stessa città da cui provengo per studiare dei progetti di FIAT e devo dire che la trovo davvero una coincidenza stupefacente visto che anch'io lavoro indirettamente per FIAT.
Anche qui la FIAT è sinonimo di "bei tempi", con la differenza che noi siamo caduti ancora più in basso di come lo siano caduti qui.
Questo signore pur apprezzando molto gli italiani e il made in Italy mi ha chiesto di come Berlusconi abbia potuto stare dove e stato per tutto questo tempo nonostante le capacità intellettuali degli italiani e onestamente non saputo dargli una risposta, mi sono limitato a dire per interesse, per una serie di concause tra le quali la mancanza di alternative.

Per adesso l'unica cosa negativa da segnalare è che sulla linea di metro che ho preso (ce ne sono diverse) per aprire le porte del vagone devi premere tu la maniglia, perché le le porte non si aprono in automatico.
Mi sono davvero dovuto sforzare.

Vi lascio con un po' di foto.

Orti pubblici, oltre all'etichettatura impeccabile degli appezzamenti, ci sono anche le oche e altri animali

Sentieri e corsi a 4 corsie con le macchine che sfrecciano sono nello stesso paesaggio

Oltre ai classici colombi è pieno di pappagallini simili a cocorite

Anche i cespugli hanno una descrizione con tanto di qrcode

Le macerie vengono impacchettate in appositi sacchi

C'é anche un tombino che parla italiano

ci sono tablet a prezzi competitivi

c'é la funivia

sempre orti cittadini

Syndicate content