berlino



Cose non ovvie su Berlino e la Germania


Cercavo un filo conduttore per riassumere qualche curiosità di queste parti, ma non ce l'ho fatta quindi accontentatevi di queste pillole:

  • iPhone: tutte le tipe fighe alla moda ne hanno uno e talvolta anche le donne di una certa età
  • Cuffie: quelle old style tipo dj, sarà il freddo o non so cosa ma qui gli auricolari non gli ho mai visti. Addirittura da Saturn c'é un reparto con cuffie che prendono tutto l'orecchio con 40 modelli da provare e i prezzi vanno dai 19 ai 700€.
  • Bici Monche: ci sono tante bici abbandonate, lasciate lì a marcire, alle quali hanno rubato la ruota davanti
  • Dipendenza da additivi: tra vari tipi di wurst, kebab e hamburger mc donald's si fa fatica a mangiare altro, l'odore è ovunque. E la tentazione di mangiare carne elaborata rispetto quella a fettina è fortissima. La gran parte dei kebab doner è un wurster che viene tagliato e la carne è indistinguibile!.
  • Raccolta differenziata: qua si differenzia quasi tutto e addirittura alle feste di quartiere di danno la birra con pfand a 1€. Significa che quando gli riporti il bicchiere di plastica e il gettone ti restituiscono un euro.
  • movida: i locali sono con ingresso a pagamento 5€ e le serate iniziano a mezzanotte. Ma alcune linee della metro iniziano ad essere soppresse dalle 23.
  • netbook: il più economico costa 279€. Alla faccia dell'economico!
  • palestre: in molti centri commerciali ce ne una e vedi le persone che sudano mentre tu passi col carrello della spesa.
  • uscita senza acquisti: non esiste, o si passa dalle casse o dall'ingresso. In realtà è molto rara.
  • illuminazione. Le strade non sono pericolose ma sono poco illuminate di notte
  • bagni. Si pagano, non importa se sia un centro commerciale. L'unico gratis è il mc donald's. Addirittura la domenica ci sono centri commerciali chiusi aperti solo per il bagno!
  • controllori. Ce ne sono pochi e sono di un’agenzia di sicurezza privata.
  • polizia. girano anche in bicicletta
  • immigrati: ce ne sono molti ma non sono pezzenti, anzi sono quasi tutti businessman e studenti. Che in genere parlano inglese e alcuni autisti pur capendolo vogliono che gli si parli tedesco. Ma vaff..

Come funziona la prostituzione legale a Berlino

| |

Ci sono paesi dove la prostituzione non è taboo, ma un lavoro come un altro. Facciamo un po' di chiarezza in Germania (Berlino) ci sono molti motivi validi per venirci e questo probabilmente non è il principale, però mi va di scrivere 2 righe anche su questo aspetto.

Innanzitutto dimenticate i quartieri in degrado, gli arrapati che inchiodano sui corsi delle città causando potenziali incidenti e le multe da parte della polizia.
A Berlino basta andare su Oranienburger Straße, che tra l'altro va parte anche della zona della movida berlinese (Hackescher Markt) e saranno loro a fermare voi e non il contrario. Basta essere maschi e ti si piazzano davanti delle donne da schianto con tanto di tacco 12 e ti chiedono se ti vuoi divertire. Anche se rispondi di no a volte insistono e addirittura mi è capitato che mi dicesse: "dai è weekend dove devi andare così di fretta?" poi mi ha spiegato che in Germania è legale, le fanno dei controlli e pagano le tasse. Secondo me con l'ultima affermazione avrebbe conquistato il cuore del nostro primo ministro Mario Monti.
Inoltre la professionista escort ha continuato dicendo che con lei sarei potuto andare gratis nei locali e che quindi si sarebbe trattato di un servizio tutto compreso.

Malgrado fossero veramente belle e tutte ragazze entro i 30 tedesche o dell'est non ho visto nessuno cedere alla loro tentazione e salire in casa, sarà la crisi o forse non le ho osservate abbastanza.
Però è curioso che in Italia dove il sesso a pagamento illegale sono i clienti a cercarle e si vedono, mentre dove è legale sono loro a cercarti e i clienti non si vedono.

Altra curiosità, qui i centri massaggi sono pochissimi.. chissà perchè?
Italia ipocrita


Berlino, impressioni e dove mangiare alla buona

| | |

Non proprio voglia di fare un post come si deve, ci sono già guide scritte e riscritte su musei, monumenti, ecc..
Quindi mi sono segnato un po' di cose particolari ed ecco qui il succo.

Innanzitutto sfatiamo un mito, i tedeschi sanno l'inglese come tutti quei popoli che non guardano i film in lingua originale e con i sottotitoli, inoltre è vero, sottosotto sembra di essere in un grande centro sociale: gente che ti chiede soldi dentro la metro che parla da sola o ti chiede soldi, ragazze in stile lesbo-emo con ciuffo e capelli rasati, ma soprattutto vecchiette con capelli ad minkiam.

Non so se si vede ma questa vecchietta con lo sguardo "vispo" ha i capelli viola.

Ne ho viste altre con i capelli arancioni o fuchsia e mi sono fatto l'idea che siano tutte daltoniche, ce ne sono troppe!
Ci sono molte enie di immigrati, ma onestamente me ne immaginavo di più, turchi, italiani, est europa, greci, asiatici sono i principali e si vede anche abbastanza dai vari chioschi e ristoranti presenti.

Se tutti pagassimo le tasse i politici italiani ruberebbero il doppio

La frase ha un fondo di verità e girando Berlino in lungo e largo viene proprio da chiedersi come c4zz0 è possibile qui la vita costa meno e le persone guadagno di più? In realtà è un po' un cane che si morde la coda, ma davvero con esempi terra-a-terra loro riescono a fare fino in fondo cose che noi tentiamo o non consideriamo proprio.

Raccolta differenziata

In Italia una bottiglietta d'acqua vuota PET vale 0€, sia che la metti nell'indifferenziato, sia che la metti nella plastica.
Non è un sistema meritocratico.
In Germania, Lidl, Real e tutte le catene di alimentari hanno un raccoglitore automatico di bottiglie di plastica e vetro che per la stessa bottiglietta di da 0,25€ in buono spesa.
Lo sforzo maggiore per la differenziazione viene ricompensato. In Italia la stessa tecnica l'ho vista 10 anni fa, non è mai decollatata, tecnologie inadeguate e progetti isolati, mai progetti sistematici.

Trasporti pubblici

In tutta Europa probabilmente i guidatori di bus controllano (o fanno finta) il biglietto e lo vendono a chi non ce l'ha(il resto viene dato da una macchina automatica).
In Italia, salvo su tratte strategiche piene di controllori, il guidatore guida e basta.
Non a caso qui c'é una ragnatela impressionante di trasporti pubblici: U (metropolitana), S (treni cittadini dove puoi portare la bici), tram (Berlino Est) e bus.

Mangiare e bere

Sulle guide turistiche viene consigliato come piatto tipico il currywurst, personamente l'ho provato insieme al bochwurst (quello bianco fritto) e non ho sentito più di tanto la differenza. Quello che vi consiglio io è: Kasseler, dovrebbe essere tipo porchetta marinata con aromi. Spacca di bbrutto!!!
Un panino tipo rosetta con kasseler alta un pollice costa 1,50€ !! Mangiato da Heisse Thekhe.

Trend, Mode e bizzarie.

  • Le cuffie non aucolari (quelle grosse paraorecchie), vanno molto di moda qui, addirittura da Saturn ci sono tipo 30 modelli che sono disposizione da provare.
  • I semafori per i pedoni durano poco e non segnalano il giallo, quindi all'improvviso ti trovi in mezzo alla strada col rosso.
  • Le piste ciclabili sono ovunque e sono molto utilizzate. Addirittura qualche papà attacca un carrettino per poter portare 2 bambini insieme.
  • I netbook più econonici sono a 279€, strano in Italia se ne trovano intorno ai 200€.
  • Fontane potabili e bagni pubblici gratuiti non esistono, infatti la gente gira con una bottiglietta di qualcosa sempre dietro.
  • I bagni nei centri commerciali sono quasi sempre a pagamento, per fortuna c'é il Mc Donald
  • L'uscita senza acquisti non esiste
  • Bomboloni o Krapfen non esisteno, al massimo ci sono Brezel e altre schifezze tutta glassa

Per ora è tutto, statemi bene


Syndicate content