torino pride



Torino Pride: anche le lesbiche non sono più quelle di una volta

| |

La manifestazione è stata simile del 2006, gay, anzi GLBT(gay, lesbian, transgender, bisex[1]), l'unica differenza è che c'era meno esibizionismo.
Eh sì anche le lesbiche non erano più quelle di una volta.

Tra i protagonisti dell'evento, c'erano anche nel corteo carri di gay di destra (gaylib), locali gay, dark sadomaso, sinistroidi dell'arci, uaar, metalmeccanici FIAT e tanti partiti politici (chissàperché): sinistra stiticacritica, rifondazione, radicali, italia dei valori,.. ovviamente niente PD o PDL.

Le curiosità

La frase slogan dell'evento era italiavseuropa in europa è diverso, riferita al fatto che in altri paesi europei è garantito qualche diritto minimo agli omosessuali, mentre in Italia non c'è ne alcuno e quindi veniva raffigurata una mappa con gli stati e una colorazione diversa in base ai diritti riconosciuti.

Ora, va bene che in Europa è diverso, ma non a tal punto di inventarsi uno stato gay-friendly inesistente che raggruppa Slovenia, Croazia e un pezzo di Ungheria.



Un'altra cosa curiosa di questa promocard è che c'è scritto riproduzione vietata che per alcune lesbiche potrebbe essere interpretata come altamente omofobica, visto che loro si possono sempre riprodurre con inseminazione artificiale o naturale.

Concludendo, quest'anno ho notato che molti trans e lesbiche avevano cani di grossa taglia, chissà se il prossimo anno da GLBT diventerà GLBTZNP, dove le ultime tre lettere stanno per zoofili, necrofili, pedofili, visto che la (ex) moglie del Presidente Berlusconi ha accusato il marito di andare con le minorenni.

[1] Secondo un recente studio universitario statistico dell'università di Canicattì, i bisex hanno il 50% in più di trovare l'anima gemella.


Syndicate content