Italia



Colloquio di lavoro numero 2: il Test psico-patic-socio-economic-attudi(a)nale

| |

È curioso che alcuni comportamenti da "neolaureato NON piegato a 90" invece di farmi scartare come candidato, in realtà mi facciano andare a avanti. Un po' come quegli esami che non te ne frega un c.... e poi ti arriva un voto alto. Per chi se lo fosse perso, questa è la seconda parte del colloquio di lavoro per una grossa azienda multinazionale di consulenza.


("Fidati del badge" Una pubblicità aziendale per incitare i dipendenti a mostrare il tesserino e controllare che anche gli altri lo abbiano. La stella di David con la scritta "Sheriff" è un po' inquietante: sembra di essere in un carcere gestito da nazi ebrei in un Film tipo "Dredd la legge sono io")

A quasi 4 settimane di distanza, il "grazie, le faremo sapere" si è trasformato incredibilmente in un secondo colloquio di lavoro. Questa volta con un altro pincopallo aziendale, con tendenze più psico-social-economiche-gestionali.

La ripresentazione di me stesso

Dopo aver scritto il curriculum con le mie conoscenze, avergli compilato un loro modulo con le mie conoscenze, aver fatto un primo colloquio parlandogli delle mie conoscenze con le persone delle risorse umane, ho dovuto nuovamente ripetere le mie conoscenze, ma almeno questa volta le "mie conoscenze" sono state digitate su un computer, quindi mi auguro che questa sia l'ultima.
O forse il fatto di ripetere più volte le mie conoscenze fa parte della strategie aziendali per fare il lavaggio del cervello ai nuovi potenziali assunti.
Ciò che è emerso è che le mie conoscenze pregresse sono del tutto irrilevanti per il profilo aziendale che cercano.

Software in teoria e in pratica

La differenza che c'é tra un architetto e un muratore è che il primo gli edifici li progetta e il secondo li realizza. Un bravo muratore, non sarà mai un architetto. Per analogia, nel campo informatico, la differenza tra il diplomato e il laureato in informatica è la stessa. Peccato che questa differenziazione dei compiti in questo caso sia più teorica che pratica, tanto per esempio, Linus il creatore di Linux, l'ha progettato ispirandosi inizialmente a un altro progetto, ma poi l'ha anche realizzato e così per Facebook e un mucchio di altri progetti "informatici" di successo. Non basta avere idee innovative e capacità algoritmiche, bisogna anche saperle realizzare.
Poi c'é un caso estremo che è si chiama Con Kolivacs, che è un'anestesista che ha collaborato allo sviluppo di Linux.
Beh in questa azienda il software è un subappalto di subappalti, quindi saper programmare tutto sommato è un dettaglio perché il software progettato verrà realizzato da programmatori indiani che costano meno.
Il fatto di usare piattaforme Microsoft, Linux o Android per sistemi IVI non lo si può sapere a priori, ciò che conta è che si accaparri una commessa da X milioni di euro e che il budget venga gestito nella maniera più efficiente possibile. Il fatto che Android sia Open Source e funzionante, un po' preoccupa l'azienda di consulenza e il cliente, perché il valore aggiunto non può che essere minore visto che il grosso è già fatto e utilizzabile. Inoltre essendo una piattaforma Open è più difficile poter brevettare determinate funzionalità. Mi sembra un ragionamento molto all'antica, un po' come quei modelli di cellulare che se vuoi una nuova funzionalità invece di aggiornare il software devi comprare un cellulare nuovo ogni 3 mesi.

Test psicoattitudinale e straordinari ordinari

Bene passiamo al quiz per valutare le mie capacità.. informatiche? Nah, diciamo più "gestionali". Visto che mi chiede di organizzare ipoteticamente delle risorse (persone) in modo tale da rientrare nei costi del budget per realizzare un prototipo, nulla di troppo "calcoloso" va bene qualcosa di spannometrico,. La morale è che spostando persone da un team all'altro e facendole lavorare di più si ottengono 3 piccioni, ma anche 5-7-14 con 2 fave. Mi spiega che in questa "Corporation Multinazionale Che fa Curriculum" si lavora per obiettivi (ma guai a lavorare da remoto) e che capita spesso di fare straordinari, poi mi chiede cosa ne penso.
"Per me nessun problema, basta che gli straordinari non siano ordinari o una scusa per non pagarmeli" rispondo.

Labora et labora per uno stage retribuito o al max ~1100€

Ho paura che le pianificazioni del lavoro ipostimate siano un po' la regola, più che un'eccezione. tanto per iniziare questo colloquio è iniziato con 50min di ritardo ed è durato 1,5h. La prima volta che lo fai è perché sei figo, se dovesse capitare una seconda volta, mi sa che sei un po' c0gl10ne caro Mr. Anderson, e se non sai tanto bene stimare i TUOI tempi, come vorresti avere la presunzione di stimare quelli degli altri?
Tutto sommato credo che in mancanza di alternative interessanti ecclatanti, un periodo di lavoro in questa società americana potrei farlo, se non altro avrei la possibilità di parlare in inglese e potrei imparare qualche tecnica organizzativa interessante. Se non altro il caffé della macchinetta è gratis, perché aumenta la produttività dei dipendenti. Probabilmente in qualche altra filiale hanno anche dei distributori di strisce di coca nei bagni. :D

Ci sentiamo al terzo (e forse ultimo) colloquio, sempre se il Executive Chief Minkio Manager del progetto non si suicida o un ex-dipendente non entra nella filiale e fa una strage.

Berlusconi e Ruby, la vicenda BUNGA BUNGA ricostruita da una tv di Hong Kong

| |

(cliccate sull'immagine per vedere il video)

Non vorrei essere nei panni di Bruno Vespa, ma come cavolo è possibile che una tv di Hong Kong (Cina) abbia già fatto la ricostruzione con modelli 3d della vicenda?
Poi vabbé, i cinesi la sanno lunga di massaggi e prostituzione. Altro che Napolitano in Cina, questi ci cambiano il concetto di libertà d'espressione e diritti umani. E' arrivata l'ora di iniziare ad imparare il cinese!

Consigli per i Boss agli arresti domiciliari che vogliono rispettare la sentenza 37151 e comunicare via internet

| |

Ci sono quelle notizie che le leggi e poi ti chiedi, ma come c4zz0 si fa a non essere populisti, a trattenersi dal dire che siamo circondati da un branco di politici, poliziotti, magistrati corrotti, incapaci e/o incompetenti? Poi ti trattieni e ci ridi su perché ogni giorno c'é una piccola rivoluzione che ha come motto "Cambiamo tutto per non far cambiare niente".


L'ultima chicca per festeggiare i 150 anni di Italia di Merda ce la offre la Corte Suprema presso il tribunale di Caltagirone con la sentenza 37151, conosciuta come "31337 Soci4l b0ss", che afferma che chi è agli arresti domiciliari può comunque usare internet.

Cit: sentenza 31117 (scarica l'originale)
"L'uso di internet non può essere vietato tout court ove non si risolva in una comunicazione con terzi, comunque, attuata, ma abbia solamente funzione conoscitiva o di ricerca, senza di entrare in contatto, tramite il web, con altre persone. "

Poi lasciatemelo dire, i "sogetti" che pubblicano un pdf fatto da immagini raster, dovrebbero essere lapidati da un orda di nerd armati di mouse PS2 e poi crocifissi su basette PCB con dei led giganti colorati. 

Quindi poveri boss (e poveri noi c0glioni non incarcerati nel lusso) se volete comunicare col social network non potete farlo con Facebook, perché è personale, mentre potete farlo in altri modi: 

  • pubblicando un video musicale su YouTube dal titolo: "Ammazza Carletto il macellaio" 
  • inserendo una coordinata su Google Maps sopra un negozio con la scritta "Accendetemi un cero"..
  • aggiungendo tra i preferiti di Del.icio.us un'attività col tag "trattamento speciale"
  • mettendo su emule un file di testo mionome.killme
  • facendo un gruppo su facebook pieno di minkiate, ma forse non tutte, chiamato "Camorra and Love" (purtroppo questo è vero)

Suvvia è giusto non far comunicare via internet ma non si può vietare a un boss il diritto di cantare oppure usare le cartine, no? Perché questo non è comunicare.

Capire le barzellette di Berlusconi

|

Leggendo la trascrizione della barzelletta di Berlusconi su Rosy Bindi finalmente l'ho capita. In tutta onestà non capisco le indignazioni per questa barzelletta raccontata in un contesto privato, piuttosto mi preoccuperei per gli altri politici che non ne raccontano.
Di Pietro ha le sue incazzature e il suo italiano che c'azzecca, Bossi ha l'idea dei crociati padani, è difficile dare un taglio netto dove finisce il personaggio, il politico e la persona ma è la loro umanità che piace alla gente.

Mi viene in mente un'insegnate delle superiori, era brava ad insegnare ma non era in grado a gestire una classe e una volta si mise pure a piangere perché non sapeva tenere l'ordine.

Per avere voti o consenso non basta dire cose giuste, ma bisogna anche saperle dire ed emozionare le persone. La solita storia del bastone e la carota, aggiornata all'era dei social network e di facebook.
Povero Berlusconi, la moglie l'ha lasciato, Fini l'ha lasciato e fanno i separati in casa, ma ha ancora tanta voglia di scherzare.

Beppe Grillo a Woodstock-Cesena

|

Ho finalmente trovato un video recente su Beppe Grillo, è impressionate il numero di VIP che appoggiano questo partito-movimento di nicchia: Dario Fo, Marracash, Fabri Fibra(!! l'antipolitico

Se dovessi creare a tavolino una coalizione di Fantapolitica per guidare il Paese ci metterei il Movimento 5 stelleItalia dei Valori e Futuro e Libertà di Fini, alla fine che differenze hanno su laicità, immigrazione e giustizia?

PS: ho anche capito la differenza tra grillini e popolo viola, i primi sono i seguaci di Beppe Grillo, mentre i secondi sono i comunisti antiberlusconiani che hanno sbagliato candeggio.
Syndicate content