Italia



Bandiere della Pace e Mare Nostrum

| |

Gli ultimi avvenimenti internazionali si fanno sempre più intricati, oltre la guerra perenne tra Israele e Palestina si sono aggiunti altri focolai e l'informazione degli intellettuali da salotto si fa sempre più inconsistente.
 
 
Qualche mese fa gli americani e gli altri occidentali ce l'avevano con Assad che combatteva in Siria contro la resistenza per la democrazia, ora gli americani vogliono aiutare Assad a combattere l'estremisti islamici dell'ISIS che ammazzano donne e bambini.. oh ma decidetevi!
 
Premetto che non ho la verità in tasca e non ho alcuna ideologia da difendere, quello che proverò a fare in questo post è mettere insieme un po' di pezzi per dare una lettura degli avvenimenti o almeno formalizzare un dubbio, inoltre me la prenderò con l'opinione pubblica, ovvero un'invenzione giornalistica pressapochista basata sul nulla che i giornalisti si divertono ad alimentare finché il tema portante va di moda. 

Israele e Palestina (Gaza)

Israele è uno stato, la Palestina lo vorrebbe essere. Attualmente i "poveri palestinesi" hanno Abu Mazen come figura internazionale, ma non conta nulla perché tanto Hamas tira i razzi contro Israele e fa processi sommari quando gli pare
Però la tv preferisce raccontare la solita sintesi che gli israeliani bombardano i bambini palestinesi che tirano le pietre, invece di Hamas che ha veramente lo scopo di ammazzare ogni israeliano civile o non.

Bandiere della Pace


L'italiano non piace agli italiani


Non è una grande news, ma diciamocelo parlare italiano non è più fashion; ormai di default il made in Italy nei media*, magazine, tv channel del broadcasting network, è pieno di inglesismi.
Non fanno neanche eccezione la public company RAI, la new entry LA7(con tanti break pubblicitari) e la televisione del leader del governo o premier, che dir si voglia.
Dopotutto, parte di questo cambiamento non è dovuto alla fiction o agli show, ma dopo gli avvenimenti shock negli States le "Torri Gemelle" sono diventate Twin Towers e molte cose nel backstage sono cambiate.
Se i vostri nonni non hanno il know-how per capire le news di oggi, non fate i clown(magari un master), ma preparate una roadmap, dove con qualche talk o slide gli spiegate il tax day e l'election day che sono solo una marketing strategy per farti credere che tutto è cambiato con il job placement.
Internet non è da meno, ma è in parte giustificato: i website nelle home hanno news e sono free di scrivere cosa e come vogliono, alcuni termini come "widget" e computer-related è meglio lasciarli così(altrimenti escono fuori cose come la tv digitale che non ha nulla a che vedere con le impronte digitali), ma tutto il resto che centra?
Senza flame.

Sotto un'elenco di termini che sostituiscono/sostituiranno completamente quelli italiani nel giro di 10-12 anni nella lingua comune. Un grazie di cuore a tutti i giornalisti(e non solo) emancipati che pensano che l'inglese si insegni mischiando le parole invece di trasmettere film (anche italiani) sottotitolati in inglese (vedi polacchi, cinesi sul satellite).

Vedi anche Salva la lingua howto

account = conto (in senso di internet e non bancario, chiss? perchè)
background = sfondo, scenario(che è usato in inglese!!)
backstage = dietro le quinte (effettivamente è più comodo)
banner = cartellone pubblicitario su internet
break = pausa
blitz = assalto


La scomparsa delle informazioni e l' Indipendenza del Veneto come in Crimea

| |

Non so voi ma ultimamente leggo molto ma faccio sempre più fatica a trovare le informazioni. Una volta le pubblicità, gli articoli sui giornali davano un minimo di informazione, qualcosa di comparabile, ora mi sembra tutto un emozionare dire tutto per non dire niente.

Penso che tutto sia partito dalla Apple, che obiettivamente fa dei buoni prodotti, ma tratta l'utente come un celebroleso, perché non dà informazioni tecniche, non dice quanto è veloce il processore nei propri prodotti, non dice il prezzo, non dice nulla. L'unico messaggio che passa è: "il prodotto è figo e ti farà felice".

Le elezioni europee 2014 e regionali del Piemonte

A ruota si sono susseguite le pubblicità dei divani a -70% (di cosa?) e ora anche le pubblicità della politica, per esempio per le elezioni europee e regionali del Piemonte la Lega Nord ci informa che ci ha salvato (da cosa? boh), mentre un'altro politico di centro-destra fa i giochi col suo cognome e il colore marrone.

Sono davvero allibito che tanta gente spenda i soldi in pubblicità per non dire assolutamente NULLA, il Partito Democratico ha fatto flop con le primarie per votare il segretario del PD piemontese, mentre Chiamparino lo si è accettato a scatola chiusa.. mi azzardo a fare una previsione: il Movimento 5 Stelle vincerà in Piemonte (M5S). Vi segnalo anche #trenzi per Monitorare il Governo di Renzi del Fare.


Palude Italia, Matteo Renzi e l'ottimismo del "grazie, le faremo sapere"

|

Ieri un professore dell' Università di Torino mi dice: "..eh ma tu sei giovane hai il dovere a pensare positivo". Ho riflettiuto un attimo e poi ho preferito non controbattere, alla fine quando ognuno ribadisce più volte la stessa opinione il discorso rischia solo di avvitarsi su se stesso. La cosa incredibile è che non mi venivano contestate le mie obiezioni, semplicemente mi si chiedeva di essere ottimista.

Come se l'ottimismo sia una stato d'animo slegato dai fatti. Personalmente non mi ritengo né pessimista, nè ottimista, osservo, cerco di fare ciò che mi piace e tiro a campare (come tutti del resto).

Ultimamente però sono diventato allergico ad alcune parole. 

Innovazione, Startup, Smart City

Ho la fortuna di collaborare con delle persone davvero smart attraverso internet, la tecnologia e l' Open Source permettono di ridurre il digital divide, i costi e il time to market di un nuovo prodotto o servizio.

In Italia questi concetti arrivano sempre dopo 3 o 4 anni e vengono sempre trattate dalle solite persone bollite, che magari hanno bisogno di una nuova buzz word per emergere nei media tradizionali.

La verità è che in Italia nessuno vuole investire, ovvero chi ha i soldi preferisce darli sempre alle solite lobby. Quando ci si rende conto che la tecnologia che si è usata fino ad oggi è finita, si cerca uno stagista con esperienza che sappia riconvertire l'esistente e lo faccia quasi gratis. 


Quando Berlusconi andrà in carcere?

| |

Molti italiani si stanno chiedendo "quando Berlusconi andrà in carcere?", oggi ho provato a chiederlo Google e guardate che tipo di risposta ho avuto.

Silvio Berlusconi carcere

Dal 1 agosto 2013 si sa che Silvio Berlusconi andrà in carcere o almeno ai servizi sociali, tuttavia in questo paese anomalo dove neanche più i governi vengono eletti democraticamente, ciò non accade e le sentenze non vengono applicate.

Condividi se vuoi che la giustizia italiana venga applicata anche con Silvio Berlusconi.

Altrimenti non cambierà mai niente (neanche con Renzi) e non puoi lamentarti che in Italia manca il lavoro e i soldi delle tasse vengono sperperati in vari disservizi.


Syndicate content