social network



Social Amici o Social Conoscienti?

|

Navigando qua e là sono arrivato a questo articolo sull'amicizia "social". In pratica una ragazza che è abbastanza impastata nella blogosfera italiana si lamenta che i suoi nmila amici di facebook, twitter e foursquare che la seguono ovunque non si sono attivati anzi se la sono svignata quando hanno saputo che era diventata "senza lavoro e piena di debiti".


Ossignur!
Non ho molto da aggiungere, ma davvero qualcuno pensa che le varie persone (non pagate) che ti seguono su internet lo facciano perché gliene freghi qualcosa di te?
Al massimo gli interessa quello che scrivi perché condividono il fine, poi se sei una persona, un bot, un alieno è totalmente secondario.

Il vantaggio della vita reale è che per salutare, frequentare, insultare qualcuno devi dedicarci del tempo in esclusiva, mentre nella vita virtuale ti basta una tab per ciascuno o cliccare ogni tanto Mi piace per farlo contento-a, quindi è più difficile capire chi è realmente disposto a perdere del tempo per te.
PS: proprio oggi un tecnosconosciuto vuole condividere la sua posizione geografica in Messico con me. Non ho ancora capito è tecno-ignoranza o tecno-esibizionismo?


Multiuserpad: disegni collaborativi direttamente dal browser!

| | |

Ho un'applicazione web in HTML5 che davvero vale la pena segnalare.

Non dovete installare alcunché andate su questa pagina e ritagliatevi uno spazio per disegnare.
Tutte le persone collegate in quel momento possono aiutarvi (o disturbarvi) nel vostro disegno e se trovate delle persone con la tavoletta grafica, potete godervi degli schizzi niente male fatti in tempo reale. Premendo F5 si cancellano le modifiche che si accumulano e si riparte da un foglio pulito.
Unico neo? Mi consuma il 35% di CPU su un dual core a 3ghz


I legami deboli del Social Web

| | |

Facebook li chiama "amici", Twitter li chiama "followers" e Feedburner li chiama "readers",.. di fatto molte persone si fanno condizionare da questi parametri "oggettivi" per capire se davanti a loro c'è una persona influente oppure no.

Leggendo questi articoli (2) mi sono venute in mente delle riflessioni pratiche che mi va di scrivere.

Sindrome del "ce l'ho piccolo"

Questa malattia da "Web 2.0" è sempre più diffusa tra giovani bimbominkia, politici, blogger, personaggi pubblici,.. ma non si può generalizzare. Un certo numero può essere tanto per una nicchia e poco per un'altra e non bisogna mai dimenticare che tutto nel mondo virtuale può essere replicato, quindi non vi scandalizzate se doveste scoprire che parte della reputazione online può anche essere comprata.


(a)social network

| | |

Cosa serve un social network, quando c'è Google? Vita, morte e miracoli di qualcuno che cerchi sono tutti lì, basta inserire nome e cognome oppure il nick.

via: Knio

PS: mentre scrivevo questo post una mia amica (reale) mi ha appena mandando un sms chiedendomi se sono iscritto a facebook. ARGHH.. certe coincidenze hanno del soprannaturale, ma io continuo a rimanere agnostico :P


Syndicate content