giornalai



La democrazia del Bunga Bunga e l'opposizione anestetizzata. Buon 150 Italia!

| |

Nonostante l'informazione sia in tempo reale e ovunque la situazione è sempre più torbida, l'astensionismo è alle stelle e i programmi di approfondimento sono monopolizzati dalle vicende private di un certo signor Berlusconi.

In questi casi è facile farsi prendere dallo sconforto e dire.. "tanto sono tutti ladri", e probabilmente è vero, ma così facendo si perde la misura di chi "è veramente ladro" a chi "si adegua al sistema".

Tanto per snocciolare un po' di colpe e trovare un capo della matassa, iniziamo da qualche parte.

Democrazia

La democrazia non è il sistema migliore per governare, ma almeno è il meno peggiore in quanto permette il ricambio. Con la diffusione di massa di internet la comunicazione è sempre più veloce e la creazione di lobby e movimenti di opinione è molto più veloce rispetto a qualsiasi manifestazione di piazza.
Se proprio oggi l'Egitto ha chiuso internet è perché in quel contesto sono emersi dei movimenti "virtuali" che stanno per sconvolgere il "reale".
Purtroppo, le democrazie in larga parte sono ancora "sconnesse" da internet e i politici possono ancora permettersi di fare il cavolo che gli pare, di campare in lunghe situazioni di stallo e di scatenare putiferi di facciata per poi arrivare a non concludere nulla.

La democrazia senza trasparenza e informazione è semplicemente "tifo" per il cavallo numero 1 o numero 2.

L'informazione

I grandi media sono in crisi, il web avanza, gli investimenti pubblicitari si spostano dai canali tradizionali quali stampa e TV al web e nonostante tutto la fetta ottenuta dai guadagni online non copre la perdita di quelli offline.
Come se non bastasse sul web gli articoli sono scopiazzati da pseudo-blog e il massimo della fidelizzazione che si riesce ad ottenere è via motore di ricerca o aggregatore preferito di turno, senza contare che spesso l'articolo più letto su una notizia non è il più completo, ma quello dato prima di tutti (che in spesso è una traduzione di un articolo in inglese).

Quindi gli articoli di qualità e approfondimenti soccombono rispetto l'informazione fast-food, un articolo o reinterpretazione su una piattaforma di microblogging costa 1 o 2€.
E si vede, perché nello stesso articolo un prodotto può essere "ottimo" in un paragrafo e "non ancora ottimo" nel paragrafo dopo.

cit: esempio di articolo da 2€ su micro blog

Dalla versione 10.04 di Ubuntu è stato presentato questo ottimo tool, che viene incontro ai nuovi utenti per la gestione dei pacchetti.

Essendo un prodotto relativamente nuovo, non possiamo aspettarci un prodotto ottimo e sopratutto completo di tante funzionalità.


Il fatto che un telegiornale duri sempre mezzora non significa che un dato giorno la densità di notizie importanti sia sempre la stessa. Cari quotidiani di città o di partito, con ma anche senza soldi pubblici siete morti. Dedicatevi ad altro, tenete solo un blog sulle vostre notizie di nicchia o fate approfondimenti e poi non è caso che pubblichiate ogni giorno

Lavoro e soldi

Ne ho già parlato abbastanza nei post precedenti e la situazione non può che peggiorare e non c'é nessuna alternativa, perché i soldi sono proporzionali alla domanda (e indirettamente alla qualità e al tipo di servizio offerto), non alla propria utilità! Se non avete abilità particolari datevi al marketing o ai centri massaggi.

Tanto per concludere ed essere ottimista, vi linko un'intervista di un italiano 2.0 che ce l'ha fatta. Ovvero essere pagato per sviluppare un software open source che lui stesso ha creato e il fatto di lavorare in Italia piuttosto che all'estero è totalmente indifferente, l'importante è una connessione ad internet.

Leggere per disinformarsi

| | |

Su La Stampa di domenica ho letto un articolo inquietante(versione epurata), un ragazzo di 22 anni di Moncalieri(Muncalé) è indagato per scambio di file pedo-pornografici.
Si trova bollato come pedofilo solo per aver scaricato un fake da Emule. Probabilmente il film che scaricava non era quello che cercava, di fatto, questa sua leggerezza gli ha causato un'indagine a suo carico e il sequestro del pc..

Il resto dell'articolo è fuffa e disinformazione allo stato puro, qualche stralcio:

"il sistema di peer-2-peer cioè la cosiddetta condivisione dei file con altri navigatori che possono prelevare o inserire, nella stessa cartella dei pc collegati, ogni tipo di file."

"Ma un conto è affrontare l’accusa di essere un hacker, un’altra quella di scoprirsi pedofilo."

"Comunque, se l’illecito è stato commesso una sola volta, non procediamo. Dall’analisi dell’hard disk siamo in grado di stabilire quante volte è stata effettuata l’operazione, comprese le cancellature»."

"..ma anche una chat come Messenger (utilizzata dai ragazzini) può nascondere insidie e il pericolo di intercettare clip illegali.
Insomma, meglio spendere due soldi per programmi che si possono monitorare e vietare l’accesso agli indirizzi pericolosi."


Syndicate content