elezioni



Elezioni 2014: Grillo e il M5S hanno già vinto

| | | |

AGGIORNAMENTO: Alla fine ha vinto gii 80€ e la proposta più rassicurante e convincente. Le urla di Grillo hanno nascosto i tanti contenuti innovativi

Domani è il gran giorno, si vota per le elezioni europee, ma anche per tante regioni e comuni (per esempio in Piemonte e Torino)


Come votare il meno peggio alle prossime elezioni (tutti i programmi)

| |

Queste elezioni 2013 saranno ricordate come le elezioni italiane con più candidati premier dove nessuno si illude di poter governare sul serio, infatti tutti preferiscono fare i capo-partito.
 
Dopo la ventata di modernità con le primarie del PD, il non-vincitore Matteo Renzi si è fatto da parte e il non-perdente Pier Luigi Bersani deve ancora capire con chi allearsi.
Silvio Berlusconi si ripropone come  "l'uomo nuovo della rivoluzione liberale", ma la situazione è tragicomica.
 
Tuttavia la democrazia ci impone di scegliere, perché NON VOTARE significa far scegliere a chi compra i voti e agli ignoranti che si fanno illudere sempre dagli stessi teleimbonitori.
 

Partito Democratico + Sinistra e Libertà

candidato premier: Pier Luigi Bersani
Finita l'ubriacatura con il non-vincitore Matteo Renzi, ogni speranza di rinnovamento e trasparenza è andata perduta.
È rimasto un partito-coalizione senza una linea chiara né nelle alleanze, né negli obiettivi, pronto a governare e proprio per questo incapace di esprimere concetti chiari per non scontentare nessuno.
Lo scandalo delle fondazioni bancarie è solo la punta di un iceberg, tanto per cambiare anche l'ex sindaco di Torino è a capo di una fondazione bancaria, che coincidenza.
il programma  (scritto molto piccolo e molto vago, buono per tutte le stagioni) candidati
 

Berlusconi delle libertà + Lega Nord

candidato premier: ??? Willy il Coyote

Elezioni Regionali 2010

| |

Il 28 e 29 marzo si tornerà a giocare la schedina elettorale nel proprio seggio di fiducia, ci sono grandi novità: quest'anno il candidato più votato sarà "Facebook", che è presente su un po' tutti i manifesti elettorali di qualsiasi schieramento. Mi raccomando Facebook e non Feisbuc o Fessbuc, altrimenti poi viene annullato il voto.

Le elezioni in Piemonte

I candidati principali sono la presidente uscente Mercedes Bresso (centrosinistra) e Roberto Cota (centrodestra), ma la notizia più interessante è la quantità delle liste fantoccio approvate che sono ben 32 ed è record!
Non esistono più i verdi, ma ci sono i Verdi verdi (dx) e i Verde-Civica(sx), i PiemonteSì(sx), i Pensionati con Cota(dx) e i Pensionati e Invalidi per Bresso(sx), ma quello che mi fa più ridere di + è Sinistra Ecologia Libertà con Vendola e in particolare "Vendola" che non ha niente a che fare col Piemonte.

Opinioni personali e dichiarazione di voto

Alura, la situazione è complessa, visto che l'UDC era passata a sinistra e che il candidato del centrodestra era della Lega Nord ammetto di essere stato tentato a votare a destra, poi ho visto che una parte dell'UDC (Scanderebech e figlia) si sono riannessi nel centrodestra sono tornato sui miei passi.
La lista di Beppe Grillo è fuori dagli schieramenti..  quindi a occhio e croce il meno peggio dovrebbe essere l' Italia dei Valori e un candidato che sostiene il Software Libero e di sicuro non c'è l'imbarazzo della scelta. :P

I "velini" del Partito Democratico e le loro raccomandazioni

| |


Michele Placido che raccomanda Michele Placido in nome delle origini pugliesi.

Un altro buon motivo per NON VOTARE PD!


Perché non votare PD alle Elezioni Europee 2009

| |

Il Partito Democratico dovrebbe essere il partito maggioritario del centrosinistra, ma per varie ragioni ha deluso (pure negli spot) e all'ultimo è venuta fuori anche un'autocritica che molti pensavano ma nessuno riusciva ad asprimere.
Ora, per carità, Debora Serracchiani è giovane, semplice, simpatica, laica ma non rappresenta la dirigenza PD e l'unico modo per velocizzare il cambiamento è: NON VOTARE PD.

Dal suo blog, ecco alcuni commenti interessanti:

No. non voterò PD a queste elezioni. Io che ho sempre votato a sinistra, mai il PC solo per ragioni anagrafiche, ma sempre l’ulivo, i progressisti, i democratici di sinistra, etc.
Stavolta no.
VOTIAMO LE PERSONE. MAI E POI MAI Penati. Troppo deludente. Meglio non votare proprio alle Provinciali. MAI E POI MAI COFFERATI IL CIARLATANO. cento volte meglio De Magistris, Carlo Vulpio. Non perché mi piaccia né Di Pietro né tanto meno la cosiddetta Italiadeivalori. Ma in queste elezioni europee L’italia dei valori ha presentato persone serie anche come capolista. Mi spiace, ma il PD deve prendere una bastonata in testa fortissima. Solo così FORSE ci toglieremo dalle scatole tanti rami secchi, personaggi ormai impresentabili che fanno politica da prima che Civati o Scalfarotto nascessero… basta. fuori dalle palle. oppure meglio che affondi, e che i vari Civati, Serracchiani, Scalfarotto e gli altri bravi giovani fondino un nuovo partito democratico. veramente democratico.
NON VOTATE PD A QUESTE ELEZIONI.
che la capiscano. o che vadano tutti al diavolo.
Tanto mister banana fa quello che gli pare lo stesso. lo ha fatto sempre in questi ultimi quindici anni, senza che nessun dalema, violante, rutelli, fassino, bersani o veltroni facessero nulla di concreto per fermarlo. anzi.
uno dei tanti esempi:
http://www.youtube.com/watch?v=uDU9bAfVFzE
bah. basta. fuori dalle palle.

marco

--

proprio per questo ho fatto un copia-incolla del commento che ho scritto anche da lui.
ciao debora, hai tutta la mia stima, ma stavolta proprio no.
sarà per la prossima volta.
NON VOTATE PD A QUESTE ELEZIONI.

--

Prima se ne devono andare, dalema, fassino e sua moglie, rutelli, veltroni, bersani, violante,
la binetti, la rosi bindi, gentiloni, intini, ecc, e forse se esisterà ancora voterò PD.

--

#
Io il commento di Marco non lo capisco proprio. Da un lato pare che si auguri un PD nuovo con "bravi giovani quali Civati, Scalfarotto, Serracchiani) dall'altro invita a non votare PD e quindi a non votare questi "bravi giovani". Caro Marco, se non li votiamo questi bravi giovani non potranno dimostrare di essere bravi, non potranno cambiare il PD, non potranno sostituire i vecchi big e noi continueremo a tenerci B.
Non mi pare una grande idea.

Optional: Login or Facebook Connect Connect or Sign-in
#
marco 05/31/2009 02:14 PM
Quale futuro hanno questi "bravi giovani" in questo partito, se non quella di ammuffire facendo la fila in attesa del loro turno???
a meno che non facciano come Matteo Renzi. Ma non sempre è possibile.

Ad esempio, domanda: perché ad annozero della scorsa settimana invece di Bersani la segreteria del Pd non ha inviato Majorino, che forse qualcosina di più su come la Moratti&C. stanno gestendo l'expo avrebbe potuto dirla. Certo, sarebbe stato un po' strano che mancasse un pezzo da novanta e mandassero un "giovane", ma pensate che effetto che avrebbe potuto fare, oltre alla maggiore efficacia del contraddittorio.

Quello che intendo dire è che in questo partito così come è, con i suddetti personaggi, non si va da nessuna parte. Per esempio, Dalema (e il suo fido La Torre) non possono guadagnare più neanche mezzo voto, possono solo perdere altri consensi. Lo stesso vale, che ci piaccia o no, anche per molti altri. Agli occhi dei non affezionati, nessuno degli ex-ds ed ex-margherita potrà guadagnare altri voti. Neanche persone serie come Rosy Bindi o come Fassino.

per questo dico di non votare PD a queste elezioni.
per dare un segnale che deve esserci un cambiamento fortissimo se si vuole risalire la china. e questo segnale devono darlo al congresso del prossimo autunno.
Bersani segretario (o Franceschini che prolunga il mandato) non può essere questo segnale positivo.

Berlusconi, se dio vuole, è alla frutta. O almeno lo spero tanto. Anche perché ormai si sente onnipotente, e dunque speriamo che cada quanto prima con un gran tonfo. Bisogna vedere che cosa però verrà fuori quando, dopo il tonfo, la polvere si sarà posata.
O magari invece ce lo ritroviamo davvero con il suo sorrisone in tutte le aule scolastiche...
In ogni caso moltissimi elettori di centro o di centro-destra continueranno a votarlo nonostante Mills, nonostante Veronica, nonostante Noemi, e nonostante tutte le escort di cui si circonda, e tutti gli scandali etc. perché il pd non è un'alternativa ai loro occhi credibile.
Se lo scandalo noemi fosse stato in occasione delle elezioni politiche vinte da Prodi, Prodi avrebbe forse strastravinto. perché era un'alternativa credibilissima.

I vecchi politicanti incrostati sulle sedie del parlamento non lasceranno mai posto ai nuovi, a meno di una piccola rivoluzione.
Udite udite. Io credo che il signor banana sarà così furbo da riuscire nei prossimi cinque anni a far emergere la prossima classe dirigente del suo partito, lasciando al palo i vari fini, tremonti, etc. che aspetteranno invano di succedergli al trono, mentre lui avrà li avrà già bypassati. forse mi sbaglio, ma credo che abbia in mente proprio questo. mentre noi tra cinque anni avremo ancora bersani e rutelli che bisticciano a Ballarò (bisticciano in quanto saranno ormai in partiti differenti).
basta. basta davvero.

--

Prima cambiamolo e poi votiamolo, basta cambiali, basta promesse. L'essere giovani (e si è giovani fino ai 25 anni, poi si è donne e uomini, nel resto del mondo) non è un merito, è un fatto, un mero fatto anagrafico, una circostanza biologica.

Il gatto con gli stivali non è nè giovane nè vecchio, è solo un gatto in gamba, una gamba calzata.

Ho trentaquattro anni ed ho sempre votato, fossi in Friuli ti voterei tranquillamente, non lo sono, non voterò affatto, per la prima volta in vita mia. Voglio che il mio disprezzo giunga forte e chiaro a QUESTO gruppo dirigente che, una volta finito questo estenuante calvario, dovrà essere spazzato via senza esclusione alcuna.

Non siamo condannati alla marginalità politica a meno che non sceglieremo da noi 2questo destino, perserverando nella linea del Partito Del Ma Anche codardo, calabraghista e pettegolo, partito nel quale si fanno le primarie solo per dare l'imprimatur alle scelte dei baroni che non hanno nemmeno la dignità di chiedere scusa per lo stato miserando in cui ci hanno ridotto a furia di distinguo, derive leghistoidi e scimmiottamenti comunicativi del Papi.

Abbiamo paura di dire quelo che pensiamo perchè non è ciò che molti elettori della PDL pensano, ci crogioliamo in bizantinismi demenziali per cui aiutiamo col bigliettino un volenteroso ma poco capace esponente del PDL contro un dipietrista, ormai siamo alla parodia di noi stessi, viviamo in un paradosso guzzantiano.

Le rivoluzioni non si fanno chiedendo il permesso, si fanno e basta. Se avrai intenzione di presentarti alle primarie, ammesso che esisteranno ancora o che esista un partito per il quale farle, ti offrirò sicuramente il mio appoggio.

Per ora in bocca al lupo.

--

Chiedo scusa, non voglio rovinare la festicciola o dire cose sgradevoli ma trovo molto ingiusto il ricatto: se non votate PD va tutto carte quarantotto o tutto rimane com'è.

Il voto si merita, sia lato domanda sia lato offerta. Io ho fatto molto per meritare di votare, anche solo informarmi, formandomi un'idea e mettendola in discussione come ogni cittadino perbene. Il PD non ha fatto niente se non molto meno del minimo salariale per meritarsi il mio voto finora, quindi, mi sa, nisba.

Per me la partita si comincerà a giocare nel momento delle primarie, fino ad allora per me il PD sarà la casa in cui sarebbe stato bello stare se... Ma fino ad allora credo che vada rispettato il diritto di chi si è sentito chiamato troppe volte a votare per delle delusioni seriali.

--

Per cambiare il PD bisogna NON votarlo.
Non prendetemi per deficiente: ho votato Ulivo per sostenere Prodi alle politiche e mi son trovato Mastella alla giustizia. Fatti cadere da Mastella, Veltroni giura su un partito nuovo (come sento da quando andavo alle medie, da metà degli anni '90 in poi).
Non posso scordare come avete attaccato Travaglio, come vi siete disinteressati del Lodo Alfano, come non avete mai fatto opposizione, come abbiate lasciato i temi della legalità in mano a Di Pietro, come abbiate sputato in faccia a Grillo che vi proponeva novità. Non scordo i pizzini a La/, nè i furbetti del quartierino, nè il colpo basso di D'Alema alla vigilanza RAI.
Il PD fa schifo. E per cambiarlo, cara Debora, bisogna non votarlo. Bisogna far capire che quest'accozzaglia di farabutti se ne deve andare. Poi, e solo poi, ti voto, e ne sarò felice perchè dici cose giustissime.
Nel frattempo, mi fido più di Luigi De Magistris (altra persona che il PD non ha mai, dico mai, difeso).
Speranzoso in una totale disfatta,
Saluti!


Syndicate content