donne



La suora, il tossico e il napoletano arrapato, succede solo ad Amsterdam

|

Dopo la serie Berlino, inauguro un nuovo tag: Amsterdam. Per chi non avesse sequito il sequel.. niente, si tratta di racconti di viaggi low cost che a differenza delle guide Lonely Planet non ti indicano quali monumenti vedere, ma come campare con pochi soldi, quali persone squilibrate puoi incontare in ostello  e cosa cosa dovrebbe copiare l'Italia per uscire dai paesi del terzo mondo.


Amsterdam: l'unica città dove uscito di casa puoi scegliere se andare a lavorare in bici, auto o barca. E se gli ubriachi si vedono subito.. parcheggiano nel canale.

Personaggi da ostello

Il bello di viaggiare in ostello è il prezzo, 35€ a notte in centro ad Amsterdam, in alta stagione e un volo EasyJet o RyanAir, ma anche l'alta probabilità di uscire con persone che non rivedrai mai più, che ti raccontano storie molto diverse dalla persone che potresti incontrare nella f*ttuta periferia di una qualsiasi città italiana.


Amsterdam: l'unica città oltre a Topolinia dove i topi non scappano ma si fanno fotografare. Mentre i gatti nascono gay e già sterilizzati. Forse dal prossimo anno i vegani si metteranno a sterilizzare anche i topi.


Soglia

|

Vincitori e vinti, vita e morte, presto e tardi, è affascinate vedere come tantissimi aspetti graduali scivolino nel baratro e raggiungano il punto di non ritorno oltre il quale viene marcata nettamente una differenza.

Non amo particolarmente la vita sociale notturna, la bulimia che porta a far tardi come questo significasse divertirsi di più, oppure parlare con qualsiasi sconosciuto o sconosciuta giusto per far passare il tempo, nonostante tutto ieri sera sono stato a una festa pazza che pensavo non mi sarebbero più capitate. Ah forse mi spiace un pochino non aver fatto lo studente erasmus a suo tempo..

Festa in casa di amico di amici, cioé uno sconosciuto che per ironia della sorte poi mi è spuntato pure tra i potenziali collegamenti di Linkedin in quanto “Social Media Marketer”.
La serata non ha avuto ne capo ne coda. So solo che ad un tratto mi sono trovato in mezzo la pista da ballo dove c’era una tipa stile figlia dei fiori e questa si faceva disegnare sulle tette e io facevo luce col cellulare XD

Un mucchio di discorsi inutili con gente più o meno ubriaca che probabilmente non vedrò mai più, poi una tipa che ti accoglieva alla porta con una pistola giocattolo senza tappino rosso..
Una serata decisamente particolare, cosa non si fa per socializzare e conoscere gente nuova che si rivela al 99,9% essere inutile.

Quando mi sono stufato e sono andato via mi è capitato di trovare una tipa completamente ubriaca seduta vicino il cancelletto con le gamba allungate per terra. Dopo averla aiutata a sollevarsi mi ringrazia e mi dice che è stata lasciata dal suo ragazzo, quindi voleva andare “alla festa”. Nonostante riuscisse a reggersi a malapena in piedi.

Non so, ultimamente gli incontri mi sembrano chatroulette, non mi entusiasmano e la storia si ripete. Le tipe più interessanti sono fidanzate o fanno finta. Per esempio ho parlato con un’altra tipa del sud che mi ha detto che è fidanzata da 6 anni, ma lei è voluta venire a studiare al nord e si lamentava che il suo ragazzo continui a seguirla. povero cretino.


Paese che vai problemi che trovi

|

Alcune situazioni sembra che possano accadere solo nei telefilm, invece, dopo un recente viaggio nel Nord Europa mi sono dovuto ricredere.

Alcool a 21 anni e pulizia delle strade

In molti paesi anglosassoni (Inghilterra, irlanda,..) solo a 21 anni si può provare l'ebbrezza dell'alcool, peccato che in strada molti giovani girino con lattine o liquori avvolti in sacchetti del pane o calzini.
Questo "proibizionismo" unito ai supermarket aperti fino alle 10 di sera ha creato una miscela esplosiva o meglio una pisciata inarrestabile.
In giro per strada si vedono un mucchio di giovani barcollanti che non riescono a trattenersi e non vedono l'ora di girare l'angolo per favorire la diuresi. Ci sono stradine perpendicolari alle strade dello shopping che sono dei veri e propri pisciatoi pubblici e non c'é videocamera CCTV o multa da 3000€ che riesca a trattenerli.

Tipe alcooliche

L'abuso di alcool non è solo una cosa maschile, ma è anche femminile infatti non è raro imbattersi in gruppi di ragazze ululanti che perdono ogni inibizione.
Personalmente ho visto 2 tipe scozzesi che giravano con un bicchierino e andavano a scroccare qualsiasi tipo di alcool da chiunque.
"Hi, where are u from?"
"italy"
"oooh italy, kiss"
La tipa beve dell'alcool del mio amico e lo bacia in bocca senza troppi preliminari. Potrebbe sembrare il paradiso degli uomini, ma la tipa era una cozza e scambiare la saliva con una persona che non conosci neanche il nome non mi sembra il massimo dell'igiene.

Un'altra ragazza americana (maggiorenne) è riuscita a slinguare con un italiano pur non riuscendo a comunicare con una lingua comune, ma solo intuendo e gesticolando per capirsi a vicenda.

Dopo questo viaggio mi sento così puritano e bigotto, perché è stato molto più spinto di quanto avrei immaginato. Chissà che tra qualche hanno ci si annusi il cvlo come i cani per rimorchiare una ragazza.
Urge una via di mezzo tra il mondo latino e quello nordeuropeo.

Feste comandate & C.

|


Bene, un altro anno è passato e il solito rituale degli auguri obbligati e il carosello dei buoni propositi si è compiuto.
Quest’anno ho fatto un test diciamo "sociale" o meglio dire "antisocial", non ho fatto alcun tipo di auguri personali a nessuno.
non mi piacciono le feste comandate e trovo stupido che le persone debbano aspettare l'ultimo dell'anno per fare dei buoni propositi.
Ho ricevuto 3 auguri tutti quanti da parte di ragazze.

Capodanno anarchico

Paranoie mentali a parte, è stato bel capodanno. È stato in casa di amici e l'organizzazione è stata molto anarchica, nel senso che ognuno ha portato un po' quello che gli pareva ed essendo una 30ina di persone la distribuzione è stata abbastanza varia.
L'effetto braccino-corto-tirchieria o datemi-20-euri-e-faccio-tutto-io non mi pare che ci stato, ognuno ha portato ciò che gli piaceva e ha speso quanto ha ritenuto oppurtuno, poi l'ha condiviso. fine.
C'è chi ha speso 50€ per un fuoco d'artificio semi-professionale che è durato 3 minuti (e ne valeva la pena), ma nessuno l'ha obbligato a farlo.

I giochi del capodanno

Nel dopo cena e dopo fuochi la situazione stava diventando un po' noiosa, eravamo stipati in posto non troppo spazioso, la tavola era ancora piena di roba, quindi ho improvvisato un gioco che fosse compatibile con le circostanze.
Assomiglia più o meno allo "schiaffo del soldato" solo che invece di schiaffeggiare si massaggia. Quindi una persona si benda e qualcuno fa a fargli un massaggio al collo e lei deve indovinare i massaggiatori o massaggiatrici che si sono avvicendati.
A occhio è una cavolata, ma vederlo fare è divertente, soprattutto quando il "massaggiato" crede di essere massaggiato da una donna quando invece è un uomo o peggio ancora quando una donna un po' burzona viene scambiata per uomo per via della sua "delicatezza".

Frasi da incorniciare un po' squallide e conclusioni

"(Una bella donna.. nda) va bene dai 3 anni in su e fino a 3 giorni dopo la morte". La frase necrofila non è mia.
"Guarda che non vibra" riferito alla padrona di casa, notoriamente alla ricerca disperata di un uomo, mentre che scarta una candela regalo.
Poi la serata si è conclusa con il fido navigatore gps in modalità "percorso breve" e una ragazza appena conosciuta da riportare a casa.
In una stradina perduta di campagna in mezzo i campi e non illuminata appaiono 2 auto ferme con gli abbaglianti accessi.
Lei appare un po' impaurita e la rassicuro con una frase tipo: "tranquilla stanno andando a fare dei cerchi nel grano".

Poi durante il tragitto, parlando del più e del meno per tenersi ancora un po' svegli (visto le 5am), scopro che lei lavora in una società che probabilmente andrò a lavorarci a breve, ma questo è un altro capitolo :P

Spero vi siate diveriti, ma se così non fosse vi rimangono ancora 364 giorni e poi ancora 365 e così via fino alla data del vostro decesso.

Buon 2011

Gangsta nigeriano e test tastiera touchscreen


Dunque vediamo, questo è il primo post scritto direttamente da un dispositivo mobile. La storiella di oggi è che forse sono diventato allergico a qualcosa e tra un po' mi sparerò un bel aerosol al cortisone.
Riguardo questioni più frivole, qualche giorno fa ho visto sul 16 una scenetta carina ovvero un tentativo di abbordaggio da parte di un nigeriano.
Per chi non lo sapesse il 16 è il tram che ha il più alto numero di immigrati della città e la lingua ufficiale lì sopra è il "simple english".
Quando sono salito la conversazione era già iniziata ".. yo baby wheddu go?" Lei era una pseudo eritrea sulla trentina, mentre lui era un gansta nigeriano col berretto da rapper. Era simpatico sentirli parlare in inglese, soprattutto lui perchè parlava forte e con un accento particolare "sciu are biutiful". Nel giro di poche fermate lui le dà il suo numero poi le fa "call me baby" e lei "si si, ciao bello", ma lui non convinto scende dal tram e ancora.. "don't forget it!"
Chissa se poi lei l'avrà richiamato :D
Bum, fine. Nonostante la tastiera piccola e touch, ho una velocità di scrittura impressionante, non voglio esagerare, ma sono sullo stesso speed rate di una tastiera desktop, riguardo gli errori ortografici sono più o meno a 10 che non sono affatto male.


Syndicate content