linus torvalds



Linus Torvalds intervistato a 360° e linux 3.0

|

Linus Torvalds è un mito, a differenza del super ideolocizzato Stallman(anche lui mito), lui non si fa tanti problemi.

A differenza di tante persone importanti, Linus non deve piacere per forza, lui fa il kernel perché gli piace e usa la gplv2 perché è convinto, ma non vuole cambiare il mondo, Linux lo usano nei paesi poveri? Pace è un bonus, ma Linux è stato fatto per funzionare e l'assistenza della comunità, la solidarietà sono degli effetti secondari perché Linux è tecnica, no politica o ideologia.

Linux 3.0? per ora ci troviamo bene col 2.6.x e con uno sviluppo incrementale collaudato riusciamo andare avanti senza strappi. Non abbiamo un reparto Marketing, quindi non ha nomi come "Vista" o "Panther", ci pensaranno poi le distribuzioni.

I produttori hardware che non collaborano con Linux e non rilasciano le specifiche?

SPERO CHE MUOIANO TUTTI SOFFRENDO!

La buona notizia è molti produttori, tra cui Intel, stanno collaborando.

Torvalds da una parte è pragmatico e dall'altra è tagliente e non le manda a dire. CVS, Gnome, GPLV3 sono state alcune sue vittime illustri.
Le sue critiche arrivano subito al nocciolo, ma lui parla per se, possono non piacere, ma almeno lui è schietto. Non cerca seguaci, fa discutere, lo fa perché gli piace, senza aver la pretesa di cambiare il mondo.. un vero rivoluzionario moderno.

Libera interpretazione della lunga intervista in inglese


Syndicate content