iphone



Apple Store a Torino: già persone in coda dalla scorsa sera per l'inaugurazione e la crisi

| |

Oggi apre il nuovo Apple Store in via Roma 52 a Torino, questo va aggiungersi all'esistente Apple Store del centro commerciale le Gru di Grugliasco. Già dalla sera prima dell'inaugurazione erano presenti decine di persone pronte ad aggiudicarsi il nuovo iPhone5 e la maglietta commemmorativa Apple.

Il tipo in viola era lo Steve Jobs di turno che distribuiva i numeri

In coda tanti ragazzi di scuole superiori e università spesso accusati di non sentire la crisi o di scialacquare i risparmi dei genitori. Sicuramente l' iPhone non è un bene di primaria necessità, ma che piaccia o no la qualità si paga e il nuovo iPhone5 a partire da 729€ è indiscutibilmente l'iPhone più nuovo e funzionale di sempre.

Un video che dimostra la qualità e la robustezza di questi oggetti è il test di caduta vs il Galaxy S3 (un telefono egualmente costoso, ma che non suscita polemiche come con l'iPhone5). E poi se tutti questi tuttologi non capiscono la tecnologia, perché non parliamo di chi va a trottole il mercoledì, il giovedì e il venerdì sera a Torino con il macchinone? Su tutti i corsi principali di Torino c'é un traffico di prostituzione che non c'era neanche prima dellla crisi. Fatevi un giro in settimana a mezzanotte su via Pietro Cossa, via Desanctis, piazza Massaua e corso Francia, vedrete veramente il nuovo flusso di soldi dove si è spostato.. "in questi tempi di crisi".

Se volete seguire le vicissitudini di questo store, tanti blog e giornali ne parleranno presto.


iphone 4 riepilogo

|

Bello l'iphone 4, allora cos'ha di nuovo: flash (led), schermo alta risoluzione, cpu a4 riciclata dal 3gs, video recording a 720p, multitasking (pare finto) e una fotocamera frontale... mhm a parte quest'ultima è come un nexus one o htc desire un po' più robusto


TomTom per iPhone

| | |

L'attesissimo TomTom per iPhone si sta (finalmente) materializzando, ma alcune dichiarazioni creano ancora incertezza. L'iPhone è solo un bel giocattolo (che fa pure video editing) o un vero smartphone?

-- cut --
TomTom sostiene che i veri e propri navigatori hanno una migliore ricezione GPS rispetto a quella dell’iPhone ed inoltre, il melafonino, non è dotato di alcune particolari tecnologie che permettono di calcolare la posizione approssimativa quando ad esempio ci si ritrova in una galleria.
Anche lo schermo di “soli” 3.5 pollici non può essere paragonato a quello da 4.3″ che ormai è diventato uno standard per l’azienda.
> FUD FUD? Cos'è TomTom ha paura che un iPhone (o forse iPod Touch) con il suo software sia più figo dei suoi baracchini con Linux?
Dell'AGPS si può vivere anche senza e la storia della quantità di pollici è ridicola, TomTom 7.9.x funziona egregiamente anche su Windows Mobile che ha ancora un'altra risoluzione.

Infine, il mancato supporto all’esecuzione di processi in background comporta ulteriori problemi in quanto il software di navigazione dovrà “spegnersi” durante la ricezione di una chiamata, perdendo l’aggancio con i satelliti e rendendo abbastanza difficoltosa la navigazione in real-time.
> Questa è una carenza grave dell'iPhone, bisogna vedere in concreto se e quanto influenzerà l'esperienza d'uso.

Per tutte queste ragioni TomTom ha sviluppato un accessorio unico chiamato “Car Kit” che unisce la parte software all’hardware e che sopperisce ad alcune mancanze e alle problematiche sopra elencate. Murray tiene a precisare che il Kit non è assolutamente richiesto ma è comunque raccomandabile l’acquisto. (non poteva essere altrimenti)
> cough! cough! TT ha capito che guadagna di più con l'hardware che non col software :X

-- XX --

via: ispazio


Apple brevetta cose che su Windows Mobile già esistevano da un pezzo

| |


Attenti a come pulite il vostro telefono potreste violare un brevetto..
Certe cose non riesco proprio a capirle

Cosa non fa l' Iphone

|

Attenzione: questi punti sono dedicati a tutte quelle persone che sono rimaste abbagliate dall'Iphone e non si sono più riprese. L'Iphone è sicuramente innovativo, ma fa davvero quello che ti serve? Meglio una Ferrari a pedali o una Cinquecento a benzina?
  • Non e' possibile creare, inviare e ricevere MMSW.
    Qualcuno mi ha fatto notare che nei paesi civilizzati sarebbe auspicabile utilizzare l'invio di email (con allegati) al posto dei messaggi multimediali. Sono parzialmente d'accordo: il fatto è che l'invio di email con allegati anche non troppo pesanti, parte dal presupposto che si possa usufruire di una flat per la connessione dati dal costo conveniente (ipotesi attualmente utopica perlomeno in Italia). E' anche vero, però, che gli MMS fanno parte del supporto ad uno standard riconosciuto; non supportarli significherebbe negare, anche se solo in parte l'aderenza a quello standard. Apple è famosa per non aderire a questi ultimi ma, in questo caso è in buona compagnia; infatti anche l'i-modeW ad esempio, non supporta gli MMS. Ma questa è un'altra storia.
  • Un solo allegato per messaggio di posta elettronica.
    E' incredibile, ma è così. Mi auguro in un rapido aggiornamento del firmware che risolva questa assurdità.
  • Non è possibile inoltrare gli SMSW.
    Non è una funzione vitale, ma ormai è di serie anche sugli apparati da poche decine di euro. La mancanza è inspiegabile.
  • Non sono supportati i messaggi multipli (ovvero con più di 160 caratteri).
    Gli stessi dispositivi economici già citati sono in grado di supportare l'assemblaggio automatico dei cosiddetti long message, o messaggi concatenati (ovvero un unico lungo messaggio di testo composto da fino a 4 SMS da 160 caratteri ciascuno).
  • Non e' possibile creare filmati.
    Non mi sembra un difetto essenziale. Certo che se si vende il prodotto come un centro di connettività multimediale, allora l'assenza ha tutto un altro valore.
  • Non e' possibile usare il telefono per connessione dati.
    Questo è già un pochino più grave: se si vuole utilizzare l'iPhone come modem UMTS si dovrà rinunciare.
  • La connettività BluetoothW e' utilizzabile solo per il profilo cuffia auricolare.
    E' una pratica diffusa su molti apparati, soprattutto su quelli brandizzati dagli operatori. In questo modo si spinge l'utente a scaricare contenuti aggiuntivi tipo suonerie, immagini, wallpaper e quant'altro, utilizzando i servizi on line offerti dall'operatore stesso (naturalmente a pagamento). Non mi meraviglia affatto la scelta (anzi mi sarei stupito del contrario)
  • Nessun supporto alla videochiamata.
    Personalmente la ritengo una mancanza trascurabile. Quello che conta è il supporto alla connettività 3G e, tra l'altro, è una pratica adottata anche da molti altri terminali datacentrici (ad esempio da SonyEricsson). L'assenza della videocamera frontale, inoltre, non ne consente in alcun modo il supporto (a meno di voler girare l'apparato e sfruttare quella posteriore via software). Vale lo stesso discorso fatto in precedenza: su un dispositivo multimediale quale esso viene proposto, forse sarebbe stato il caso di prevederla.
  • Non è possibile gestire la rubrica SIM.
    Questo invece è molto grave. Le nuove sim da 128K consentono la memorizzazione di un'enorme quantità di nominativi e non tutti amano registrare la propria rubrica sul device piuttosto che sulla sim stessa.
  • Scarsa autonomia della batteria.
    Dalle prove che ho letto e dalle esperienze di un paio di colleghi che hanno acquistato il cellulare in anteprima, sembra che il vero tallone d'Achille sia rappresentato proprio dall'elevato assorbimento del dispositivo. Con un uso mediamente intenso non si arriva a fine serata. Il tutto è aggravato dal fatto che non è possibile sostituire la batteria se non smontando il dispositivo e tutta l'operazione non è assolutamente agevole per un cambio on the fly.
  • Sensibilita' in 3G molto bassa ed eccessivo riscaldamento durante le sessioni in connetività.
    E' necessario valutare in base all'operatore utilizzato. La morfologia del territorio italiano non ha mai consentito una buona copertura neanche in GSMW. Se a questo poi si aggiunge che il 3G in Italia è stato implementato "a macchia di leopardo", allora i conti tornano. A mio avviso la valutazione andrebbe fatta con operatori a copertura più costante. L'Italia, in questo ambito, purtroppo, deve ancora fare passi avanti. Il riscaldamento eccessivo durante l'uso intensivo della connettività è stato caratteristico anche di molti altri apparati 3G di prima generazione: la cosa non stupisce ma crea sospetti sulla tipologia di tecnologia utilizzata che non apparirebbe di recente implementazione.
  • Bilanciamento del bianco del display tendente al "giallino".
    Non mi appare come un difetto essenziale, anche perchè sembra che sia già stato rilasciato un aggiornamento del firmware che ripristina il corretto bilanciamento cromatico. Certo è che il display è il punto di forza dell'iPhone e mortificarlo in questo modo non avrebbe costituito una buona pubblicità.
  • Il browser in dotazione, non supporta il download (e l'upload) dei file e le animazioni Flash.
    Anche in questo caso si parla per entrambi di peccati veniali. Per l'assenza del download è evidente che si tratta di una mancanza voluta (al pari del solo supporto auricolare per il Bluetooth). I motivi sono evidenti e chiaramente economici (la Apple vuole che si scarichi solo da AppStore). Per quanto riguarda Flash sono convinto che sia una mancanza risolvibile sempre con un aggiornamento firmware.
  • Non esiste il copia e incolla.
    No comment.
  • Nessun supporto al software Open Source.
    Da tempo immemorabile Apple rappresenta l'emblema della chiusura tecnologica, e anche in questa occasione non si è smentita. Se gli sviluppatori vogliono realizzare delle applicazioni per il suo smartphoneW, devono pagare un dazio alla casa di Cupertino, che diventa di fatti l'unico soggetto in grado di decidere cosa può essere caricato o meno su di esso tramite AppStore. Comportamento deprecabile che è stato duramente condannato dalla Free Software Foundation che ha pubblicato un articolo molto esplicito sull'argomento, invitando al boicottaggio dell'apparato. A questo è necessario aggiungere che è possibile utilizzare l'SDK per lo sviluppo di applicazioni per l'iPhone solo su macchine Mac con OsX Leopard.
Copiato spudoratamente da qui e lo condivido al 99,9%
Syndicate content