distillati



Distillatrice casalinga

| |

distillatricedistillatrice
Non so se da bambini facevate i piccoli chimici/erboristi, io sì, comunque finalmente ho avuto possibilità di avere la mia distillatrice casalinga.

La distillatrice pur essendo una macchina semplice e non tecnologica, si fa fatica a trovarla in commercio e quelle che ci sono costano un pacco di soldi.

Che serve una distillatrice?
Si usa principalmente per fare la grappa, ma in generale permette di isolare l'essenza da qualsiasi tipo di erba senza la necessità di mettere la pianta officinale sotto alcool.

Il funzionamento è di una semplicità disarmante: mettete delle erbe / un aroma / .. in una pentola a pressione con dell'acqua, quando inizia a bollire il vapore acqueo passa nella serpentina di rame, quest'ultima viene raffreddata con un'altra pentola con dell'acqua corrente ed ecco che riesce il vapore acqueo raffreddato (acqua) con l'essenza.

Ci sono solo due difficoltà: trovare qualcuno che abbia una macchina per girare il tubicino di rame e miscelare correttamente l'acqua per raffreddare la serpentina. Se non viene raffreddata bene il distillato fuoriesce come vapore e quindi si disperde profumando solamente la casa.

Come primo distillato ho provato con alcune foglie di lauro e il risultato è stato più che soddisfacente.

NB: quello che fuoriesce è acqua + olio di essenza (che rimane in superficie), quindi per fare la vera essenza dovete prendere solo la parte superiore!

Non vedo l'ora di fare il distillato di menta


Syndicate content