cartografia



Cartografia opensource, tocca alle vie

| |

Perché state realizzando OpenStreetMap?

I dati geografici(geo data), nella gran parte del mondo (Italia ed Europa incluse), non sono gratuiti. In linea di massima l'onere della realizzazione di mappe è delegata ad agenzie nazionali che poi le rivendono a privati o aziende e ne ricavano finanziamenti. Gli Stati Uniti d'America sono l'unica eccezione macroscopica; qui, infatti, le leggi sul copyright delle agenzie nazionali rende questi dati di pubblico dominio.

Se vivi in uno di questi paesi, paghi le tasse perché vengano realizzate le mappe, e paghi nuovamente se vuoi avere una copia di quelle stesse mappe.

I dati che ottieni non sono soggetti a modifica sostanziali in tempi rapidi. Le strade non si annoiano e quindi non si spostano di propria iniziativa. In linea di massima, una qualasiasi mappa tracciata dopo la seconda guerra mondiale è sufficientemente dettagliata per potersi muovere agevolmente anche oggi.
[..]

Dopo molto tempo torno a trattare il tema dolente della cartografia opensource, tuttora in Europa siamo in alto mare, ma pian pianino si stanno delineando dei progetti, che messi insieme, potrebbero dare forma a una vera cartografia libera e utilizzabile.

Il progetto openstreetmap vorrebbe essere una sorta di Wikipedia delle mappe, si possono infatti vedere i contributi in formato gpx degli utenti.
Certo la facilità non è la stessa del wiki, perchè bisogna utilizzare editor esterni, ma sicuramente non si tratta del solito wiki :-P

Tra l'altro le informazioni principali sono tradotte in italiano quindi un motivo in più per andarlo a vedere.


quikmaps

|

quikmaps
Syndicate content