Referendum nucleare e acqua pubblica, batterio killer, informazione



| |


In questo periodo si stanno sommando un mucchio di voci contrastanti su tantissimi temi di attualità, il referendum, il batterio killer, il nucleare, l'acqua pubblica,…



Ci sono anche talkshow televisivi come quello di Santoro e Celentano che hanno provato a sviscerare questi argomenti, purtroppo in modo molto superficiale. 
Il Web, la libertà di espressione, e la libertà di informazione, sono degli strumenti potentissimi per creare dei cittadini e una democrazia consapevoli, ma in questo periodo sembra che ci sia più il "diritto allo spamming" che non il "diritto a una giusta informazione".

Detto questo, voglio anch'io dire la mia senza la presunzione di affermare che sia la verità o "l'interpretazione corretta", infatti mi limiterò solo fare qualche constatazione e deduzione in merito ad alcune vicende che ho seguito marginalmente.

La ragazza cinese

Prendetela come una premessa, in questo periodo ho avuto modo di conoscere una ragazza cinese. Non una da centri massaggi o ristoranti cinesi, ma una studentessa fortunata che viaggia e che è venuta qui solo a fare l'università.
Quello che mi ha raccontato mi ha particolarmente colpito, anche solo per il fatto che frequenta più italiani che non cinesi.

Utilizza Facebook anche se in Cina censurato, tranne ad Hong Kong, ma allo stesso tempo giustifica la censura del governo cinese sui siti Web, perché, dice, ci sono dei siti Web che contengono del materiale brutto. Comunque, afferma che le informazioni girano lo stesso, perché le persone si muovono e così anche le informazioni. 

Ora, sebbene io sia favorevole alla libertà di informazione e di espressione, mi chiedo, é meglio la censura cioè le informazioni calate dall'alto di un regime o la libertà di espressione, gestita da mezzi di informazione che hanno principalmente lo scopo di creare allarmismi, generare audience e quindi profitto?

Batterio killer e sars

Il batterio killer, Escherichia coli mutato, è già a quota 18morti eppure lo OMS non ha ancora dato alcun allarme. Non si conoscono obiettivamente le cause, ma a differenza degli dell'influenza suina e aviaria non ha fatto zero morti. Sarà che ora l'oms non darà l'allarme perché le case farmaceutiche non hanno ancora un vaccino da vendere?
Com'è possibile che questi "cetrioli" infetti di importazione siano stati mandati nella Germania del nord? E perché devono proprio essere dei cetrioli visto che non c'è alcuna prova scientifica che lo afferma, e se invece fosse l'acquedotto o dei volatili infetti ?

Referendum nucleare

sono contrario all'energia nucleare in Italia non in quanto energia, ma in quanto al fatto che quest'energia verrà gestita da italiani.
Seriamente, ci sono aree in Italia che non sono in grado di gestire i rifiuti ordinari o costruiscono scuole antisismiche con la sabbia , come si può voler l'energia nucleare in Italia e continuare a dormire sonni tranquilli?
Allo stesso tempo ammiro chi difende l'energia nucleare in Italia, sono tecnici che evidentemente affrontano problemi concreti in modo scientifico e analizzano costi e benefici.
Dall'altra parte, trovano in tv politici e conduttori che analizzano la questione solo dal punto di vista "emozionale" e senza portare dati a favore della loro causa.
Si limitano a farneticare che in futuro l'energia solare ed eolica, insieme allo spirito divino, probabilmente risolveranno tutti i problemi del mondo. Che in concreto significa, compriamo l'energia nucleare dall'estero come abbiamo fatto finora.

Le energie rinnovabili sono importanti, ma quello che è ai più sfugge e che sono energie di nicchia, quindi utilizzabili solo in contesti specifici e non in grado da essere utilizzate **sempre**, in qualsiasi situazione. Poi oltre al discorso "qualitativo", bisognerebbe fare il discorso "quantitativo", perché è da quando nato il mondo che tutti vorrebbero "la botte piena e la moglie ubriaca".
Anche l'energia solare, che arriva gratis dal sole, se la vogliamo usare di notte abbiamo bisogno di accumularla in batterie e queste una volta esaurite diventano rifiuti pericolosi che andranno a riempire le discariche.
Magari un giorno ci sarà un pannello solare lungo tutta la circonferenza della terra, così da generare energia solare in modo perpetuo, ma fino ad allora ogni soluzione va considerata nella sua totalità e non solo nella parte che ci farebbe comodo. Poi c'è tanto bisogno di dati percentuali, perché magari si dedica tantissimo tempo a una questione che in realtà occupa solo l'1% dei nostri problemi.

Referendum acqua pubblica

In questo referendum non mi asterrò, ma sono fermamente convinto che l'acqua insieme all'aria e ad altre poche cose, non possono far parte del mercato e della libera concorrenza, ma devono essere un bene garantito dal pubblico (anche il prezzo).

Allo stesso modo mi auguro che i cittadini diventino sempre più consapevoli e facciano sempre più pressione per avere i dati di gestione in tempo reale di: acquedotti, inceneritori, pubblica amministrazione,…

… Perché tutto quello che non si può misurare è fuffa e fare un dibattito senza dati e solo intrattenimento .

Foto via Flickr

le energie rinnovabili non

le energie rinnovabili non sono più tanto "di nicchia".
La ricerca sta facendo passi da gigante e si spera di riuscire a farne ancora molti.
Giusto per fare un esempio, hanno costruito una centrale solare sperimentale (in Sicilia, credo) che fa elettricità anche di notte: invece di far scaldare con i pannelli l'acqua che fa girare le turbine, scaldano una miscela di sali liquidi (cioè che si sciolgono superata una certa temperatura) e che trattengono il calore per molti giorni, quindi la centrale funziona anche di notte ;D

purtroppo per il nucleare non è così, sono vent'anni che parlano della fantomatica fusione a freddo e delle centrali della quarta generazione; ma per adesso continiuamo ad avere i problemi delle scorie, della radioattività, della sicurezza e anche dell'uranio che finirà presto... (e molto prima del petrolio!)

se poi consideri che quando fanno i conti sulla convenienza del kilovattora prodotto col nucleare non considerano la dismissione della centrale e i costi di gestire e sorvegliare tonnellate e tonnellate di rifiuti radioattivi per qualche migliaio di anni... (e il piccolo fatto che il prezzo dell'uranio da quando hanno fatto i conti è passato dai circa 10-15 $/lb degli anni 90-2000 ai circa 50-60 $/lb attuali con un picco di 135 $/lb nel 2007! vedi http://it.wikipedia.org/wiki/File:MonthlyUraniumSpot.png)

in sostanza credo che il nucleare sia conveniente solo se vuoi avere la bomba atomica... :|