Passo Mac (Dopo 10 anni di Linux)



|

Linux (Ubuntu) è pronto per un utilizzo di massa, molto hardware è supportato, i programmi di base ci sono, è gratuito, libero, ecc.. eppure ho deciso che passerò gradualmente al Mac.

Premessa

Uno degli argomenti fondanti di questo blog era Linux, poi ci sono stati dei cambiamenti, il degrado, comunque continuerò ad usare Linux (in virtual machine) e a promuoverlo il più possibile tra chi incontrerò. Dal punto di vista tecnico e morale è la scelta più sensata per costruire un mondo migliore :)

Perché non più Linux

Linux si è evoluto molto, quando ho iniziato ad usare Linux dovevo scrivermi il .conf a mano per far andare X (sigh), ora non è quasi più così ci sono riconoscimenti automatici, documentazione, eccetera, ma c'è ancora il quasi c4zzo!

Fin quando fai un utilizzo di base e va tutto bene è semplice, immediato, ma basta andare un po' più in là e sei nella giungla. Progressi, regressioni, crash, freeze a non finire, per poi concludere che con Windows il tuo hardware va almeno il 10% meglio. Qualche esempio? driver di schede video, driver specifici, plugin di Flash, Firefox, eccetera.

Qui la colpa non è delle comunità open source ma è dei produttori che riservano a linux un trattamento di seconda classe.

La colpa di "Linux" in generale, è che sostanzialmente Kde, Gnome, OpenOffice.org, Linux, vanno un po' per i c4zzi loro, non ci sono librerie sulle quali fare affidamento, qt3?, qt4? gtk? gnome? kde? alsa? pulseaudio? rpm? deb? beagle? tracker?

Chi sviluppa è costretto a fare delle scelte e ogni scelta taglia fuori dei potenziali utenti, Freedesktop con gstreamer, dbus, xesam,.. ha iniziato a fare da minimo comun denominatore, ma ne è passata di acqua sotto i ponti e ancora ne passerà.

Inoltre le pieghe che hanno preso Kde 4 prima e Gnome 3 mi sembrano fuori dal mondo. Network Manager funziona a singhiozzo. Kde è passato da un desktop tuttofare a un desktop molto lacunoso, ma con effetti e rotazioni inutili ovunque, Gnome da desktop semplice, minimale e (che scopiazza da mac) a un desktop per cerebrolesi.

Parentesi Gnome 3 (ahimé)

Mayanna: un menù che apre delle finestre infarcite di tutto

Zeigeist: dovrebbe essere una banale estensione del File manager, perché è così ingombrante e a parte??

Gnome shell: una porcata pazzesca, un'orgia di animazioni inutili e lente. E vedere in continuazione gli ultimi 4 pornazzi quando cerco un programma non è assolutamente produttivo

Da quasi-ex-fan di Gnome, mi auguro un ripensamento nelle interfacce. Avrei preferito sentire qualcosa in più su nautilus dbus, nautilus policykit e supporto a 360 gradi dei metadati dei file. Putroppo la vedo lontana.

Perché Mac

Post-Premettendo che Windows Xp e poi Windows 7 saranno le migliori (e praticamente uniche) piattaforme di gioco per pc per molto tempo, Mac OS è sempre stato il sistema operativo all'avanguardia nelle interfacce e nelle interazioni col pc (anzi computer).

Windows e Linux hanno sempre più o meno scopiazzato le GUI Apple e facevano bene, peccato che non andassero mai oltre. Windows 7 ha fatto un buon lavoro, ma non mi sembra ancora all'altezza di Mac OS.

Per carità, la politica commerciale di Apple rimane odiosa, forse anche più di quella Microsoft, ma a differenza di questa la Apple supporta gli standard aperti, software open source e ti permette di aprire un pdf senza installare alcun software.

OS X non funziona su tutto l'hardware e non tutti possono permettere. Modestamente io posso. :) Fine post-premessa.

Beh, non c'è un motivo perché Mac OS X Leopard o Snow Leopard è meglio di Linux. Le applicazioni open source sono più o meno le stesse che trovi su Linux, così come i difetti e pregi. Il "meglio" sta veramente in piccole cose, che in realtà nascondono design e molta tecnologia nel "dietro le quinte" che non tutti sanno apprezzare.

Quando premi una scorciatoia questa viene evidenziata nel menù

I tab in Safari sono a sinistra quindi sono più facili da chiudere

Il window manager permette di togliere la toolbar con un click, quando non serve

Quando un file è in scaricamento il file system te lo segnala sul file

Quando un file è stato scaricato, la dock integrata ti avverte

Quando stai copiando una cartella non puoi accedere al contenuto fin quando non è stata copiata

Quicklook, ti fa visualizzare il contenuto del file senza aprire alcun programma e l'animazione parte dal file stesso

Spotlight funziona come uno si aspetta e ti aiuta a trovare delle preferenze o dei programmi che altrimenti ignoreresti

Il sistema operativo è molto veloce e si può vedere tranquillamente un video 1920x1080 con compositing (quartz) attivo. Hardware permettendo.

Se non avete provato in prima persone le cose che ho descritto, non potete capire.

Di negativo, su Mac alcune cose sono nascoste per esempio nel "taglia, copia, incolla" e il taglia non funziona nel File Manager Finder e altre cosucce non insormortabili.

Mi auguro di tornare prima o poi a Linux come sistema operativo principale, in attesa di quel momento mi godo uno Unix che funziona veramente come dovrebbe essere Linux sul Desktop e poi con bash e ssh mi sento a casa.

$ uname -a

Darwin 9.5.0 Darwin Kernel Version 9.5.0: Sat Dec 6 19:39:54 IST 2008; Voodoo; Release 1.0 :xnu-1228.7.58/BUILD/obj/RELEASE_I386 i386


Solo moda

La vera differenza tra linux e mac è che il primo è un prodotto "tecnologico", il secondo un prodotto "di marketing".
So già che i sostenitori della mela (spesso mi chiedo come si faccia poi ad essere "sostenitori" di una azienda, è come tifare per Barilla... bah!) diranno: "E ma non è solo un prodotto di marketing, dietro c'e' tanto lavoro e tanta tecnologia". Il problema è che costoro non si rendono conto che un conto è la "tecnologia per lo sviluppo" (es. mondo opensource), un conto è la
"tecnologia per vendere".

La brillante comparazione tra i difetti di linux ed i pregi di mac (con l'ammissione di qualche piccolo difettuccio che per un sistema da 1.800 euro non sono a mio avviso comunque tollerabili) in realtà significa ben poco difronte ad una "Idea", ovvero l'idea del software libero, aperto e gratuito.

PS: (estendendo il discorso lo si potrebbe fare tra Andorid e l'os di iPhone, ma chiudo immediatamente la parentesi)

Adesso....

Usi Linux dal 1999 e adesso ti accorgi di tutto questo, secondo me non usi Linux da 10 anni seriamente, io ricordo cosa era Linux nel 99 e cosa ci voleva per farlo funzionare ....

mah...

Quando stai copiando e non puoi accedere alla cartella... una questione evidentemente di preferenze. A me fa solo imbestialire.
I costi sono superiori per avere cosa?
Una macchina che a fatica, solo oggi, sta cercando di recuperare terreno rispetto a win e le applicazioni grafiche/video.
Perche' quando M$ fa gli accordi con Adobe, quando M$ tira fuori l'os a 64bit e Apple ancora fatica, quando una macchina Apple cazzuta, con tutta la ram che vuoi, non riesce a tener testa a un vecchio winx64 quando si tratta di spingere su openGl e simili, mi dici che senso ha spendere tanti soldi per avere una bella carrozzeria che va come una utilitaria normalissima?
Poi, per carita', ognuno e' libero di scegliere e preferire il proprio os, e di sicuro non e' una questione che questo sia meglio di quell'altro: semplicemente certe cose funzionano meglio su certi sistemi.

Mi fa piacere il tuo switch

Mi fa piacere il tuo switch e soprattutto che sei stato abbastanza distaccato da linux da potelro anche criticare, cosa non scontata per molti utenti linux appunto.

Vorrei darti solo un consiglio: non cercare di usare os x come se fosse una banale distribuzione linux, magari più curata.
Mi spiego meglio: la shell su os x non serve quasi mai, quindi nel caso non lo stia già facendo prendi confidenza con la gui alla fine ti verrà molto meglio usare l'os (cercare di usare os x con un approccio alla linux, o alla windows, può risultare molto frustrante oltre che inutilmente limitante).
Altro esempio, non fissarti per forza sullo stesso software open che usavi su linux, magari usando per tutto i macports o fink. Cerca di esplorare il panorama di applicazioni native, iLife in primis che hai già inclusa, ce ne sono tantissime freeware e di queste molte sono anche open. Come sito di riferimento a riguardo, oltre ovviamente google, ti consiglio www.macupdate.com .

Attento assente..

Io feci la tua scelta proprio alcuni mesi fa, per le tue stesse motivazioni (mi sembra di risentirmi quando leggo le frasi che hai riportato sopra).

Si è rivelata sbagliata.

Per molte molte cose ho scoperto che Mac OS X non fa per me (a cominciare dai font blurry che causano cecità per finre ad un sistema che non si può certo definire più usabile di Windows)

Ora mi ritrovo con un MacBook Pro "Unibody" (bello e figo, per carità) su cui eseguo come piattaforma principale Windows 7 per il 90% del tempo. E ti assicuro che come usabilità è assolutamente superiore al tanto decantato Mac OS X..

Volenti o nolenti dobbiamo ammettere (se siamo onesti intellettualmente) che con Windows 7 Microsoft ha saputo essere più forte delle cornacchie..

tutto qui?

Ti auguro il meglio dalla tua conversione. Personalmente non ho mai usato un mac di questi moderni, salvo qualche rapido giochicchiamento negli stand di Media World, ma a leggere la tua lista di migliorie, mi sembra tutto piuttosto sul lato estetico, anche in considerazione del fatto che riferisci, che le applicazioni FLOSS sono alla fine le stesse.
Sbaglio?
Giusto per dirti cosa uso io: ho una chiavetta da 16 giga e di questi 12 giga (la prima partizione) sono leggibili sia da eventuali macchine M$ o Mela mentre il resto contiene una partizione con jaunty (moddata con ubuntu construction kit) ed un'altra partizioncina buona per lo swap qualora non ci sia sulla macchina host.