Andiamo a vivere nei boschi?



|


Della serie "la coerenza uccide", una coppia di vegani, ma probabilmente non solo, è stata ritrovata cadavere nei boschi vicino Cecina.

Secondo le analisi, a causarne la morte non è stata l'eccessiva magrezza ma la pianta dell'oleandro.
I disegni derivati dalle foto dei cadaveri, non hanno ancora permesso di dargli un nome, ma pare che qualcuno li abbia già visti nelle vicinanze di Torino.

Secondo Chi l'ha visto i due avrebbero fatto parte del movimento dei decrescitori, ma prendiamola con le molle.


Siamo alle solite...

Chiarisco subito che io sono onnivoro, nelle giuste quantità. Una volta ogni paio d'anni mi mangio anche un hamburger da McDonald's (di più no, che fa male peggio dell'oleandro).
La "decrescita felice" non c'entra un piffero con questa storia, è semplicemente un movimento che sostiene la teoria (poi messa in pratica) che l'aumento infinito dei consumi è un'assurdità che ci può portare solo alla rovina, in quanto la terra e le sue risorse non sono infinite. E' un movimento sostenuto soprattutto dai più lungimiranti economisti (non certo quelli pagati dalle multinazionali che parlano in TV e sui giornali) che studia e promuove tutti i modi possibili per consumare meno ma contemporaneamente vivere più felici.
L'esempio più banale è quello del traffico: paghi un sacco di soldi per comprarti il SUV, per poi ritrovarti fermo in coda a consumare benzina e a perdere tempo, per viaggiare a una media di dieci km/h. Non è più intelligente andare in bicicletta? Nei paesi nordici l'hanno capito da decenni, ma noi siamo più avanti....................
Ma se salta fuori che lui era geometra e lei commercialista che deduzione ne fate?
Ovviamente che geometri e ragionieri normalmente si lasciano morire di fame e freddo nei boschi...
O no?
Se è vero che sono morti per via dell'oleandro allora la colpa è solamente dell'ignoranza. Anche perché in quel caso ne uccide di più la carne; i morti più famosi a causa dell'oleandro sono stati otto soldati napoleonici in Spagna nel 1808 che usarono quel legno come spiedo per arrostire ...della carne! Quindi okkio carnivori a quando giocate a fare i cow-boys arrostendo il bisonte allo spiedo; ricordatevi che sia Tex Willer che Terence Hill mangiano fagioli, e che l'oleandro non è l'unico legno velenoso che abbiamo in Italia (però non vi dico quali sono gli altri, yuk yuk yuk...). Quindi ragazzi basta ignoranza, è meglio prendere un libro in mano e leggere!
"La coerenza uccide"? Vorresti dire che chi è vegano muore d'inedia?
Sono d'accordo che la dieta vegana sia molto impegnativa da mettere in pratica, ma non è colpa della dieta in sé, ma di chi l'ha applicata male.
Il problema vero è che i mezzi d'informazione danno molto risalto a quando muore di malnutrizione un vegetariano, ma non si ricordano mai dei milioni (se non miliardi) di persone che muoiono per l'eccesso nel consumo di carne e grassi animali (malattie cardiovascolari, maggior incidenza di tumori, ecc. ecc.), per non parlare poi dei morti da: alcol, fumo, droghe, farmaci (già, le medicine che ci curano in realtà sono dei veleni se prese a dosi massicce).
Giusto per fare un esempio in senso contrario, prova a fare una piccola ricerca su chi è in giro per l'Europa che vince le più famose gare trail (corse a piedi che arrivano a superare i 150 km, con dislivelli positivi anche fino ai 10000 metri); scoprirai che è un sessantenne italiano, pensionato, vegetariano....
Due link, i primi che mi sono capitati; leggete e meravigliatevi, e se pensate che siano gare per pochi intimi vi faccio notare che nella seconda, il giro del Monte Bianco (163 km, 8900 metri di dislivello positivo) quest'anno dopo un quarto d'ora che avevano aperto le iscrizioni le hanno richiuse, si erano già iscritti in 2000.
http://news2000.libero.it/editoriali/18563.jhtml
http://www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=35769
Fk

...solite

...ma di queste persone i giornali e le televisioni non parlano.
Fk

IO

la selezione naturale...