I rifiuti campani: solidarietà o presa per il culo?



| |

Se fossi sardo andrei anch'io a manifestare perché le soluzioni per i rifiuti campani si devo trovare in Campania non in Sardegna o in Germania (magari in discariche gestite da campani immigrati).

Poi fosse la prima volta, ma lì è un'emergenza continua e di "soluzioni definitive" ce ne sono state fin troppe.

E poi2 perché dovremmo aiutarli visto che né Pecoraro Scanio, né Bassolino vogliono dimettersi?


Il problema dei rifiuti

Il problema dei rifiuti campani è un problema italiano, perché italiani son i rifiuti campani. Sono sopratutto rifiuti veneti e delle zone industrializzate del nord.
Il problema deve essere risolto con gradualità; prima di tutto bisogna bonificare il suolo avvelenato dai rifiuti industriali (come dai liquami del depuratore di venezia)... Poi si potrà pensare -o meglio si deve pensare- ad un ciclo integrato dei rifiuti serio. Per quanto riguarda il problema "visibile", che è quello dei rifiuti solidi urbani, credo che per ora l'unica soluzione sia di esportare l'immondizia e di allestire discariche temporanee, che siano a norma (ed in cui vadano a finire solo i rifiuti ordinari.
Non bisogna essere solidali con noi campani, bisogna assumersi le proprie responsabilità. Si tratta di risarcimenti e riparazioni, non -solo- di solidarietà.

Concordo

Concordo

Trentino

Io trovo la posizione del Trentino Alto Adige quella migliore di tutte; non vogliono i rifiuti ma mettono a disposizione personale esperto e conoscenze.
Se la Campania avesse investito nella raccolta differenziata e nel riciclaggio tutti i soldi che gli sono arrivati in questi 14 anni di emergenza, adesso sarebbe tutto a posto. Purtroppo siamo in Italia, e l'unica cosa sicura è che se altre regioni accetteranno l'immondizia non si risolverà il problema, perché i campani confideranno sul fatto che la cosa continuerà così all'infinito.
Io vivo in provincia di Treviso, dove la differenziata arriva anche all'80%. Se io vedo qualcuno che butta il sacchetto dove non deve, prendo il numero di targa e lo segnalo ai vigili...
In Campania il problema non viene affrontato proprio perché si spera che qualcuno da fuori arrivi a risolverlo. Lasciare l'immondizia lì è l'unico sistema per costringerli finalmente ad affrontarlo, e io non gli darei neanche altri soldi, hanno già avuto, abbondantemente.
Anche se non sembra non ce l'ho con i campani, anzi, mi stanno molto simpatici, ma è una questione pratica. Mia nonna diceva: "Co' l'acqua toca el cùl, se impara a nodàr", cioè: "quando l'acqua ti tocca il sedere, impari a nuotare anche da solo". Ma se qualcuno ti svuota dell'acqua, non imparerai mai.

rifiuti

A me quello che fa più rabbia è che molti rifiuti son "venduti". La germania trasforma i rifiuti in enegrgia elettrica...e chi acquista l'energia elettrica da questo paese??? Noi citrilli allora perchè non fare anche noi centrali simili...E' una vergogna marcia.

Già noi del Nord

Già noi del Nord continuiamo ingiustamente a sovvenzionare il Sud tramite la Cassa del Mezzogiorno, ma prenderci pure i loro rifiuti mi sembra davvero troppo.
Il problema rifiuti in Campania è un problema della Regione Campania, indi per cui spetta alla Regione Campania trovare una soluzione ai loro problemi, non alle altre 19 regioni d'Italia.

Prodi

Non voglio fare assolutamente politica ma quello che più mi da fastidio è la dichiarazione di prodi in merito alla non collaborazione delle regioni. Certo quando fa comodo a lui bisogna essere solidali e portarsi a casa le scovazze degli altri ma altre regioni hanno avuto ed hanno tutt'ora lo stesso problema anche se non in egual misura ma fino ad ora non ho sentito prodi darsi da fare per rimediare se non con la sua linguaccia. Tutti sono buoni a parlare, sono i fatti che contano. Basta guardare le tele, tutti i politici continuano ad incontrarsi ma sanno solo dire bisogna fare questo, bisogna fare quello ma alla fine tutto ciò che fanno è mangiare i soldi dei cittadini senza fare nulla di concreto.