Hai voluto la banda larga? e mo scarica.. anzi no.




Secondo BayTSP i maggiori protocolli per il P2P e la violazione del copyright sono Bittorrent e eDonkey (ed2k). Nella classifica elaborata in ordine di numero di violazioni, l'Italia è al secondo posto, dopo la Spagna e seguita da Francia, USA e UK.

Il tempo medio necessario per scaricare una trasmissione televisiva è di 10 ore con torrent e 4 giorni con ed2k.

Intanto in Francia è passata la legge che disconnetterà i pirati da internet dopo la seconda violazione?

Servirà a qualcosa? o ci sarà una migrazione di massa verso il P2P anonimo?

via: TorrentFreak


Io rimpiango i vecchi

Io rimpiango i vecchi Directdownload.
Il maggior problema di p2p, che pultroppo tecnicamente è il suo vantaggio, è che nel scaricare un file p2p, non ci limitiamo solo a violare il copyrate, ma per la natura stessa del sistema stiamo anche mettendo a disposizione degli altri il file (per gli occhi della legge lo stiamo diffondendo, commettendo un reato più grave che prevede multe più alte, e la reclusione se non erro per 3-6 mesi, non chè il sequestro dei dispositivi informatici).
Per la polizia postale è molto facile scovare gli utenti che hanno condiviso un file, leggendo direttamente gli IP dai log dei server (gia si sono viste le prime riverse legali in germania, con migliaia di utenti sotto accusa).
Più che il p2p anonimo, è più sicuro il p2p chiuso ad un gruppo ristretto e criptografato, o IRC.

Sisi bei discorsi... Sia ben

Sisi bei discorsi...
Sia ben chiaro che sono d'accordo con te, ma pensi veramente che gli italiani che usano emule siano in grado di capire o di informarsi su tutte queste belle cose su cui ti sei preso la briga di informarci?
Lo sai perchè Emule è molto usato soprattutto dagli italiani?
Perchè siamo tutti dei muli, continuiamo a fare la stessa cosa stupida per sempre.
Non impariamo, siamo come i muli. Ecco perchè.
Facci caso, in televisione parlano sempre degli incidenti stradali, dell'opportunità di andare piano per strada, ne parlano le associazioni dei consumatori, ne parlano le associazioni vittime della strada, ne parlano per radio per sensibilizzare gli autisti....
ma ti sembra che tutto questo serva a qualcosa? E' cambiato qualcosa?
Siamo dei muli, questa è la verità.
Ribadisco che sono comunque d'accordo con te. ma sono lettere inviate al vento.....
Ciao

Complimenti per la tua

Complimenti per la tua analisi e per le informazioni che mi hai dato.
Sono perfettamente d'accordo con te e qualcosa l'avevo intuita anche io perchè mi sembrava strano stessero nascendo tutti questi programmi anonimi all'improvviso.
Vabbè, ci adatteremo. Io ho cominciato con Winmx, poi sono passato a vDC++, poi il mulo....ora tocca a Stealthnet. Benissimo, se serve per tenerci al sicuro...
Domani lo installo. Ci vediamo là. Anzi non ci vediamo perchè è anonimo :-)
Se ho problemi ti chiedo aiuto.
Ciao.

Grazie x la segnalazione.

Grazie x la segnalazione. Tra l'altro torrents.sumotorrents.com pare ora essere inaccessibile dall'iTalia

p2p anonimo

Come utente p2p sono un pò preoccupato per quello che è successo in Francia con l'Hadopi e leggendo i vari articoli sui blog del p2p sembra proprio che le major si siano scatenate per rendere la vita difficile anche ai filesharer italiani.
La storia del p2p insegna che le grandi reti prima o poi sono dovute crollare sotto il peso delle accuse giudiziarie portate avanti dalle grandi case produttrici di films e musica.
Da discussioni seguite anche su altri siti sembra che tutti siano concordi che questa volta bisognerà muoversi in maniera preventiva e non aspettare che gli eventi precipitino travolgendo persone e famiglie intere davanti ai tribunali di mezza Italia.
Ovviamente il filesharing non morirà mai, e ci sono già delle risposte pronte a questo tipo di offensive.
La più praticabile, perchè gratis e sicura, sembra quella di rivolgersi ad un programma p2p anonimo.
Il problema è che la maggior parte di quelli che usano emule sono ragazzi ceh non conoscono le problematiche sulla legalità e non sanno nulla dei rischi che corrono e fanno correre anche alle loro famiglie. Diciamo che c'è molta disinformazione e non si sà bene come far arrivare all'orecchio di queste persone il sentore di questo mondo che stà cambiando in modo radicale.
I francesi la loro scelta l'hanno fatta, sembra, gettandosi a capofitto su di un programma tedesco di recente progettazione ma di altissima qualità per quello che riguarda l'anonimato in rete.
Il programma si chiama Stealthnet e da quello che si legge sul sito in libgua italina promette molto bene. http://www.stealthnet.de/it_index.php
Lo stò testando in questo momento. Ci sono fonti in italiano, questo è rassicurante. Ma la maggior parte sono francesi e tedeschi e addirittura qualche giapponese o cinese non sò distinguere!!
Il programma è facilmente settabile e non ci sono problemi di id alto o basso e amenità varie.
Certo abituati alla ressa della rete ed2k qui ci si sente un pò soletti, però vale la pena cominciare a cambiare specialmente se temiamo delle ripercussioni o semplicemente ci teniamo a non venir tracciati da RIIA e compagnia bella. Per gli affezionati del muletto sarà dura ma alla fine quello che conta è sharare qualsiasi sia il mezzo e meglio scegliere il piu' sicuro.
Ciao