lavoro



i 10 comandamenti del lavoro 2.0

|

Ho scelto, vado a lavorare per MultinazionaleInternazionale, alla fin fine non pagano tanto ma almeno è stata l'unica azienda a garantire un minimo di tecnologia interessante e stabilità.. non che mi debba sposare, ma come tzo fanno le altre "aziende" a definirsi tali? e quali investimenti fanno?
A parte questa azienda di esaltati americanoidi enterprise, le altre aziende con le quali ho fatto colloquio fanno ancora più pena!!!
multilevel job
Sembrano tutte cloni del Tipo A e Tipo B. Vi faccio qualche esempio.

Azienda di Tipo A

Siamo un'azienda di consulenza, formazione e assistenza...
In realtà: pigliano appalti di subappalti di enti pubblici inutili e dopo della formazione fatta solo per motivi sindacali mandano in giro dei consulenti spacciandoli per esperti di X.

Azienda di Tipo B

Siamo una WebAgency giovane e dinamica e siamo alla ricerca di stagisti o ragazzi partita iva...
In realtà: sono dei pezzenti che è già tanto che arrivano a pagarsi la partita iva, lavorano sperando che il prossimo mese arrivi uno a chiederti di trasformare il sito in app per iPhone per tirare a campare.

Davvero a volte mi verrebbe da chiedergli.. "..cioé, vuoi che lavori gratis sul lavoro che ti hanno subappaltato?"
Perché i soldi ci sono, ma a forza di subappalti l'ultimo anello della catena lavora gratis..

Quindi alla fine di questo lavoro di "ricerca di lavoro" mi sono fatto una certa esperienza e ho raccolto in piccolo alcune perle di saggezza:

Regola 1: non conta chi sei, cosa fai, l'importante è convincere il cliente a pagarti, per tutto il resto puoi subappaltare.
Regola 2: il cliente è Dio (fin quando non ha pagato)
Regola 3: se vuoi guadagnare subappalta, se vuoi essere povero lavora
Regola 4: tutto quello che non è core business è una buona idea di marketing
Regola 5: i soldi non sono direttamente proporzionali al lavoro. Diffidate dalle aziende che non parlano di stipendio
Regola 6: non conta quanto parli ma cosa dici, ma saper intrattenere aiuta
Regola 7: diffida delle aziende che fanno di tutto perché alla fine non fanno niente e sono delle scatole vuote
Regola 8: lascia parlare gli altri, quando si stufano ti daranno le risposte evitandoti di fare domande
Regola 9: diffida da chi vuole farti lavorare gratis (per esempio alcuni stage) promettendoti un posto di lavoro
Regola 10: fai quel che ti piace, perché fare sacrifici per le aziende è una stornzata ( quindi diffidate dalle promesse, don't be evil, ma neanche stupido)



Troppo lavoro, voglio un clone


No, cioé, sì perché, quindi.Il punto è che sto iniziando dare segni di squilibrio.
Allora, in un giorno ho ricevuto 3 offerte di lavoro e una l'ho appena accettata. La cosa che mi spiace di più è che dovrò garantire la mia presenza fisica fissa in un posto dove non potrò aggiornare il mio blog scrauso :(
Quindi mi rivolgo e chiedo aiuto alla "nerdosfera", quale lavoro dovrei scegliere?

- A. MultinazionaleAmericana

pro: fa curriculum, è un'azienda che è conosciuta anche fuori dal tuo quartiere. Tecnologia moderatamente interessante(++)
contro: 1h in macchina -60€ di benza/mese, paga da pezzente e normale dopo 3 mesi
EDIT: WIN, per ora.

- B. WebAgency locale

pro: Tecnologia moderatamente interessante(+++), 10 min in bici
contro: essendo l'azienda piccola potrebbe capitare di fare di tutto
EDIT: gente simpatica, ma sono precari che subappaltano lavoro a precari

- C. Subappalto da Azienda

pro: Tecnologia moderatamente interessante(++++) e che conosco, potenziale lavoro da casa, paga adeguata
contro: è un subappalto di subappalto, probabilmente in nero.
EDIT: diciamo che la paga non era un granché anche se si sarebbe potuto lavorare abbastanza da casa

Votate, votate, votate con il televoto! Alle prime 100 chiavate da rete fessa un simpatico omaggio. :D



Terzo colloquio di Lavoro con Multinazionale di Consulenza Americana PASSED


Ehm... uuuuhh.. PASSED! Se nella vita reale farfugliare significa fare una brutta impressione qui posso fare il il ..zo mi pare (o quasi).
La notizia del giorno è che c'ho il lavoro figo enonsosemmispieco.. cioé uno di quei lavori veri che ti danno i buoni pasto, che ti mandano all'estero, che puoi fare carriera e dove sembrano tutti Testimoni di Geova da quanto sono vestiti eleganti.


"Ciao, mi occupo del Management Enterprise BGN per conto del Teamwork SLT di MultinazionaleInternazionale", puoi dire tranquillamente delle frasi senza senso e condirle a piacere con sigle tipo SVP, DFF, NDA o progetto ID7, comunque sia farai un figurone con i tuoi vestiti eleganti e il badge di MultinazionaleInternazionale, il tuo interlocutore non capirà una mazza, ma tu sei di MultinazionaleInternazionale quindi hai la licenza di sentirti superiore.

Proprio un lavoro del ..zocca, ma tant'é che è capitato, perché non provarci? Dopotutto le aziende locali non è che siano tanto e meglio e le borse di studio truffa non mi ispiravano tanto.
Inoltre l'alternativa sarebbe stata mettersi in proprio, cosa che si può sempre fare in futuro, mentre non è detto che si trovi un'altra azienda così senza emigrare o per lo meno cambiare città (almeno Milano).

Il terzo colloquio

Dopo il primo e il secondo diversi mesi fa, pensavo mi avessero scartato (è stato così per uno del Politecnico), poi stavo quasi trovando un lavoretto ed ecco che arriva il terzo. Vabbé.
Questa volta il colloquio è fatto con una persona che dovrebbe capire, infatti è stato un Project Manager. Ma non ho trovato molta differenza rispetto al secondo.

Il segreto per passare questo tipo di colloquio è:
  1. NON fare domande perché tutto quello che dici potrà essere usato contro di te
  2. Usare uno stile simile al loro con un certo distacco
  3. Avere una risposta quasi-pronta per i propri punti deboli e recitare che anche voi volete il bene dell'azienda

Esempio. Volete essere assunti per fare la mansione X
PM: Se si trattasse di fare Y lei lo farebbe?
Candidato (pensa): ma col ..zo! Mica sono una trota! Se mi assumete voglio fare X!
Candidato (deve dire): Valuterei, ma credo che sarebbe uno smacco per l'azienda non potermi impiegare in X e sarei molto più produttivo.

A seguire il sunto del terzo ed ultimo colloquio

Le domande

PM: Buonasera, vediamo di conoscerci meglio....
IO: Bene
PM: La nostra Azienda è presente in 150 paesi e lavora per XYZ e ha NNmila dipendenti
IO: mmhh

--- cut --- (annuite senza lecchinare esageratamente, lasciate sfogare il suo ego come il reparto marketing e recruitment gli hanno suggerito)

PM: Come mai ha impiegato X anni a laurearsi?
IO: (ma i zzi tuoi, no?) perché ho fatto dei lavori saltuari
PM: e se dovesse quantificare in percentuale quanto tempo ha dedicato agli studi e quanto al lavoro?
IO: Dipende dai periodi comunque credo un X% studi e Y% lavoro (dove X e Y sono delle % sensate per giustificare il vostro fuoricorso)
PM: ha scritto che sa molto bene l'inglese, come mai? Risponda in inglese
IO: (To f\/ck foreign girls in Rimini) Sure, because I travelled a lot in Europe and I use it everyday on internet
PM: Bene, sarebbe disposto ad andare a lavorare all'estero?
IO: Sì, se non è per tempi troppo lunghi
PM: Facciamo un test, proviamo tramite ragionamenti logici (spannometrici) a dedurre quanto fantastiliardi di Dollari o Euro una azienda guadagna.
IO: Considerando qui e lì, più o meno arrotondando fa 230000000000000000000000000000000
PM: la cifra è giusta?
IO: ah no, manca uno zero, grazie (ma zazzo, possibile che sta azienda di informatica faccia solo domande di economia??? perché anche il secondo colloquio era così)
PM: Come immagini il tuo futuro?
IO: (presente la pubblicità della Barilla? Ecco non così) Mah penso di trovare un lavoro stabile che mi piacccia, bla bla..
PM: Bene, ha qualche domanda da farmi?
IO: Direi che ci siamo detti tutto, il posto dove andrei a lavorare è X presso Y a Z, vero?
PM: Perché se fosse da un'altra parte?
IO: (brutto storzo pezzo di mensa, ho fatto 2 colloqui con deficienti incravattati e adesso tu mi cambi il posto? oltre al fatto che già 50€ se ne vanno di benza al mese e lo stipendio non è un granché?).
IO: No era per sapere, che fosse nella provincia di Zoccolandia e non a Puttanolandia..
PM: Sì. Riceverà il contratto via email
IO: Bene (ma poi me lo firma? bu?) allora gli darò uno sguardo e lo valuterò!.

Fine.

Centri Massaggio Torino. L'invasione dei Cinesi e degli Italiani piagnoni

| | |

Berlusconi è ancora al potere e la spallata di Fini non è riuscita, in compenso il Popolo degli italiani piagnoni è sempre attivo. Se non funziona quello è colpa del governo se non funziona quell'altro pure.. ma dico, ma voi quando la smettete di lagnarvi? Berlusconi è li perché piaccia o no tu o il vicino l'ha votato!! E se è ancora lì è perché NON CI SONO ALTERNATIVE!!!

Prendiamo per esempio i cinesi, loro sono di poche parole e se il Business ($$) dei ristoranti cinesi va male mica se la prendono col governo (che tanto non eleggono né qui né in Cina) ma si inventano qualcosa di nuovo.

Nella mia zona hanno chiuso un negozio di Musicassette, un negozio di vestiti per bambini usati, una lavanderia, una parruchiera e un negozio di oggettistica di ceramica e chi ha avuto coraggio di investire???

I cinesi


Nel giro di 1km da casa mia hanno aperto un negozio di parrucchieri, un negozio di vestiti, 2 centri massaggio e un ristorante cinese si è convertito in giapponese.

Quindi cari festeggioni di Italia 150 e lagnoni vi posso dire solo una cosa.

親愛的意大利移動你的屁股!

Colloquio di lavoro numero 2: il Test psico-patic-socio-economic-attudi(a)nale

| |

È curioso che alcuni comportamenti da "neolaureato NON piegato a 90" invece di farmi scartare come candidato, in realtà mi facciano andare a avanti. Un po' come quegli esami che non te ne frega un c.... e poi ti arriva un voto alto. Per chi se lo fosse perso, questa è la seconda parte del colloquio di lavoro per una grossa azienda multinazionale di consulenza.


("Fidati del badge" Una pubblicità aziendale per incitare i dipendenti a mostrare il tesserino e controllare che anche gli altri lo abbiano. La stella di David con la scritta "Sheriff" è un po' inquietante: sembra di essere in un carcere gestito da nazi ebrei in un Film tipo "Dredd la legge sono io")

A quasi 4 settimane di distanza, il "grazie, le faremo sapere" si è trasformato incredibilmente in un secondo colloquio di lavoro. Questa volta con un altro pincopallo aziendale, con tendenze più psico-social-economiche-gestionali.

La ripresentazione di me stesso

Dopo aver scritto il curriculum con le mie conoscenze, avergli compilato un loro modulo con le mie conoscenze, aver fatto un primo colloquio parlandogli delle mie conoscenze con le persone delle risorse umane, ho dovuto nuovamente ripetere le mie conoscenze, ma almeno questa volta le "mie conoscenze" sono state digitate su un computer, quindi mi auguro che questa sia l'ultima.
O forse il fatto di ripetere più volte le mie conoscenze fa parte della strategie aziendali per fare il lavaggio del cervello ai nuovi potenziali assunti.
Ciò che è emerso è che le mie conoscenze pregresse sono del tutto irrilevanti per il profilo aziendale che cercano.

Software in teoria e in pratica

La differenza che c'é tra un architetto e un muratore è che il primo gli edifici li progetta e il secondo li realizza. Un bravo muratore, non sarà mai un architetto. Per analogia, nel campo informatico, la differenza tra il diplomato e il laureato in informatica è la stessa. Peccato che questa differenziazione dei compiti in questo caso sia più teorica che pratica, tanto per esempio, Linus il creatore di Linux, l'ha progettato ispirandosi inizialmente a un altro progetto, ma poi l'ha anche realizzato e così per Facebook e un mucchio di altri progetti "informatici" di successo. Non basta avere idee innovative e capacità algoritmiche, bisogna anche saperle realizzare.
Poi c'é un caso estremo che è si chiama Con Kolivacs, che è un'anestesista che ha collaborato allo sviluppo di Linux.
Beh in questa azienda il software è un subappalto di subappalti, quindi saper programmare tutto sommato è un dettaglio perché il software progettato verrà realizzato da programmatori indiani che costano meno.
Il fatto di usare piattaforme Microsoft, Linux o Android per sistemi IVI non lo si può sapere a priori, ciò che conta è che si accaparri una commessa da X milioni di euro e che il budget venga gestito nella maniera più efficiente possibile. Il fatto che Android sia Open Source e funzionante, un po' preoccupa l'azienda di consulenza e il cliente, perché il valore aggiunto non può che essere minore visto che il grosso è già fatto e utilizzabile. Inoltre essendo una piattaforma Open è più difficile poter brevettare determinate funzionalità. Mi sembra un ragionamento molto all'antica, un po' come quei modelli di cellulare che se vuoi una nuova funzionalità invece di aggiornare il software devi comprare un cellulare nuovo ogni 3 mesi.

Test psicoattitudinale e straordinari ordinari

Bene passiamo al quiz per valutare le mie capacità.. informatiche? Nah, diciamo più "gestionali". Visto che mi chiede di organizzare ipoteticamente delle risorse (persone) in modo tale da rientrare nei costi del budget per realizzare un prototipo, nulla di troppo "calcoloso" va bene qualcosa di spannometrico,. La morale è che spostando persone da un team all'altro e facendole lavorare di più si ottengono 3 piccioni, ma anche 5-7-14 con 2 fave. Mi spiega che in questa "Corporation Multinazionale Che fa Curriculum" si lavora per obiettivi (ma guai a lavorare da remoto) e che capita spesso di fare straordinari, poi mi chiede cosa ne penso.
"Per me nessun problema, basta che gli straordinari non siano ordinari o una scusa per non pagarmeli" rispondo.

Labora et labora per uno stage retribuito o al max ~1100€

Ho paura che le pianificazioni del lavoro ipostimate siano un po' la regola, più che un'eccezione. tanto per iniziare questo colloquio è iniziato con 50min di ritardo ed è durato 1,5h. La prima volta che lo fai è perché sei figo, se dovesse capitare una seconda volta, mi sa che sei un po' c0gl10ne caro Mr. Anderson, e se non sai tanto bene stimare i TUOI tempi, come vorresti avere la presunzione di stimare quelli degli altri?
Tutto sommato credo che in mancanza di alternative interessanti ecclatanti, un periodo di lavoro in questa società americana potrei farlo, se non altro avrei la possibilità di parlare in inglese e potrei imparare qualche tecnica organizzativa interessante. Se non altro il caffé della macchinetta è gratis, perché aumenta la produttività dei dipendenti. Probabilmente in qualche altra filiale hanno anche dei distributori di strisce di coca nei bagni. :D

Ci sentiamo al terzo (e forse ultimo) colloquio, sempre se il Executive Chief Minkio Manager del progetto non si suicida o un ex-dipendente non entra nella filiale e fa una strage.

Syndicate content