economia



Campagna TShirt? Comparazione Teespring vs Teezily vs Teechip vs Teerana

| | | | |

Una volta realizzare per una maglietta bisognava portare i disegni in negozio, farsi fare il preventivo, andare a ritirare il pacco, vendere le magliette .. serigrafia, copisteria,.. ma ora grazie a diversi servizi online è possibile fare tutto da soli da casa con un click o quasi. E vista la semplicità della procedura per alcuni il disegnatore di magliette è diventato un proprio e vero lavoro, che si può svolgere da remoto.

Ma il magazzino? Le spedizioni? Ebay, Amazon, AliExpress? Nessun problema la piattaforma di realizzazione delle Tshirt si prende carico di tutto, ecco i passaggi principali per creare una maglietta personalizzata e venderla sul web:

  1. Invii al sito il disegno che hai realizzato, ovvero fai l’upload dell’immagine in formato PNG, JPG, SVG* da stampare sulla tshirt. *(sconsigliato in quanto non conserva i font e non è supportato da tutti)

  2. Scegli i colori, i modelli delle magliette e in via opzionale altre configurazioni e quanto vuoi guadagnare da ogni maglietta venduta.

  3. Fine. Fai partire la campagna, che può durare fino a un mese circa e tu devi solo pubblicare il link. Gli utenti interessati possono acquistare tramite paypal o carta di credito (dipende dal sito) e riceveranno direttamente la spedizione dalla fabbrica delle magliette (Dropshipping)

Facile, no?

Ora vediamo di comparare i principali servizi e i costi per il consumatore finale.

Teespring

Il sito leader globale per la creazione di magliette online, ha acquisito Fabrily nel 2015, quindi ora può vantarsi di avere stabilimenti produttivi sia negli Stati Uniti che in Europa (Inghilterra). L’interfaccia è molto intuitiva e la maglietta base del catalogo può avere fino a 15 colori diversi

teespring


Bitcoin oltre i 1000$ e investire nel 2017 in cryptovalute

| | |

Sembrava improbabile, una bolla passeggera, un gioco da nerd e invece dopo i massimi del dicembre 2013, ora all’inizio del 2017 siamo ancora qui a parlarne bitcoin perché ha di nuovo superato i 1000$ (951€)

BTC oltre i 1000$

Ma allora come mai non posso ancora comprare il pane con i Bitcoin?

Diciamolo, chi si aspettava un bitcoin che ci avesse permesso di acquistare il pane o il latte, o di acquistare su Ebay sarà rimasto un po’ deluso, perché non ha sfondato tra le persone comuni, tuttavia il bitcoin e la rete Bitcoin hanno comunque avuto un grandissimo successo, tanto che ormai viene definito da molti come “oro digitale” (più che “sistema di pagamenti”).


ZCash, Monero, ShadowCash, Dash e la ricerca del nuovo Bitcoin anonimo

| | | |

Qualche settimana fa ho parlato di Monero, una criptovaluta non basata su Bitcoin con l’obbiettivo di essere distribuita e anonima, in poche parole: i soldi in contanti digitali. Tra poche ore ZCash una nuova moneta elettronica, questa volta più simile a Bitcoin, cercherà di smuovere tutto e non si scherza.

zcash

Dal punto di vista tecnico e pratico non mi pare ci siano innovazioni così importanti rispetto a Monero, anzi ci sono diversi articoli in inglese che mettono in guardia i vari investitori, soprattutto la fiducia, dal punto di vista speculativo e mediatico è una cosa mai vista prima.

  • Investitori, scienziati, Business angels, impressionanti

  • Articolo su “The Economist”, che allo stato attuale è solo una delle tante altcoin.

  • Integrazione con il light wallet Jaxx.

  • I maggiori exchange Bitcoin/Euro/Dollaro hanno annunciato il supporto fin da subito. Kraken, Poloniex, Bittrex. Quindi sarà possibile acquistarla direttamente con valuta fiat (Euro/USD).

  • Anche se tecnicamente non esiste, come popolarità ha già superato Monero.


Cos’é Monero e come si compara al Bitcoin?

| |

In questi giorni la criptovaluta Monero sta facendo il boom, +300% nel giro di pochi giorni, il motivo è che i Dark Market dedicati alla droga e altri beni illegali AlphaBay e Oasis (nati dopo Silk Road) hanno deciso di implementarla in aggiunta al Bitcoin.

monero-trend
Monero non è una delle tante “scamcoin”, attualmente è la seconda criptovaluta per volumi scambiati dopo il Bitcoin e la terza (dopo Ethereum) se teniamo conto di interesse, comunità e capitalizzazione (CoinGecko).

Monero: sicura, privata, non tracciabile

Monero logo

Le premesse sono le stesse di Bitcoin, ma l’implementazione di Monero è diversa perché si basa sull’algoritmo CryptoNote, il che rende Monero sostanzialmente diversa da Bitcoin.

Entrambe le criptovalute hanno un registro pubblico delle transazioni (Blockchain), la differenza sostanziale è che in Monero non è possibile risalire né al mittente / destinatario effettivo e né all’importo, così come avviene col passaggio di denaro contante.

  • Payment ID. È un parametro opzionale che si può specificare nella transazione, affinché il destinatario e il mittente possono provare che la transazione sia avvenuta o meno nella blockchain

  • ViewKey. È la chiave privata che permette di vedere le transazioni in sola lettura del proprio conto (Wallet)


Trading Bot: Comprare e vendere Bitcoin, Ethereum in automatico col Machine Learning

| |

Quando si parla di economia, finanza e mercati, molti immaginano ancora trader che urlano, fanno gesti e spostano milioni di dollari di capitale, non è più così le transazioni ormai si fanno al computer, ma non solo. Chi fa trading di professione utilizza bot automatici che “reagiscono” in base alle caratteristiche del mercato. Quindi senza dover fare le operazioni manualmente e passare la giornata a pigiare i tasti al computer

trading bot

In passato questi software erano accessibili a poche finanziarie, ma ora ne esistono anche di open source. In particolare ce ne uno che promette davvero bene perché ha un’architettura a plugin e che quindi può essere “personalizzato a blocchi” ed adattato alle nostre esigenze.

Ma quindi è una macchina perpetua di soldi Open Source che prevede il futuro?

Ehm.. teoricamente sì. In pratica dipende. Come ogni cosa, è meglio approfondire come funziona e nell’ Open Source questo è possibile farlo.
Il funzionamento è simile a quello delle previsioni meteo, tendenzialmente ci azzeccano quasi sempre, ma in momenti instabili possono anche sbagliare.

Così questi tipi di software non si basano su notizie, analisi tecnica a lungo termine o altre caratteristiche “umane”, questi software vengono definiti HFT (High Frequency Trading) perché potenzialmente possono fare svariate migliaia di micro transazioni al giorno e su i grandi numeri le transazioni che sono andate a buon fine devono essere di più di quelle che sono andate male, tutto dipende se la strategia applicata è efficace o meno.


Syndicate content