disservizi



Come si riparano le buche nelle strade in Germania

| |

Oggi vi segnalo un video di come si riparano le buche nelle strade della Gemania.

Che dire.. stupefacente! Sono felice che ci sia ancora qualcuno che si indigna per i lavori fatti a catzo in Italia e questo non è POPULISMO, queste sono soluzioni concrete! Che vanno copiate punto.

Qui si parla di lavoro, lavoro,.. ma mai nessuno arriva al nodo centrale che è: non basta creare lavoro per sfamare la gente ma bisogna anche vigilare che i lavori vengano fatti a regola d'arte, altrimenti si continua a lavorare per fare castelli di sabbia e poi ci si lamenta che sono caduti.

fonte


Agenzia delle Entrate: Unico Web online, non ci siamo ancora

|

UPDATE 16/05/2013: il modello Unico 2013 è online da oggi.
Anche quest'anno l'Agenzia delle Entrate darà la possibilità di effettuare la dichiarazione dei redditi attraverso il modello unico, peccato che sia già stata fissata la data di scadenza 30 giugno 2013, ma non ci siano ancora i moduli online. Ah l'Italia..

cit: dall' Agenzia delle Entrate, area riservata, Fisconline Unico web

Unico Web è il servizio di compilazione e presentazione telematica della dichiarazione dei redditi che l'Agenzia delle Entrate rende disponibile alle persone fisiche non soggette agli studi di settore, che non devono presentare il modello IVA, che non hanno redditi da partecipazione e che non aderiscono al regime agevolato previsto per l'imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità.

Il servizio consente di compilare la dichiarazione per se stessi partendo da un modello nuovo o da un precompilato, oppure in qualità di erede o tutore.


Come acquistare un biglietto del treno con la partita iva. Ma anche Ryanair

| |

Acquistare biglietti online di treni o aerei è sempre più un'operazione comune. Tante persone preferiscono risparmiare andando sul sito di Trenitalia o Ryanair invece che fare lunghe code alla biglietteria tradizionale.

Peccato che questa operazione quasi naturale per i "nativi digitali" in realtà possa in molti casi trasformarsi in un'operazione frustrante e dall'esito incerto. I disservizi in Italia, ma non solo, sono all'ordine del giorno, quindi vi presento alcuni errori che mi sono capitati.

Acquistare un biglietto Trenitalia con la partita iva

Tramite il sito Trenitalia se utilizzate una carta di credito non abilitata riceverete un errore generico che farete fatica a capire. Ma la vera chicca è se provate ad acquistare un biglietto se non avete ancora caricato nel vostro profilo la partita iva.

Dopo aver provato a comprare un biglietto di vostro interesse vi sarà data la possibilità di aggiungere la partita iva, ma se inserite in quel momento i vostri dati otterrete un bellissimo errore.


"Siamo spiacenti, si è verificato un errore. Riprovi più tardi"

In realtà questo errore criptico, significa che dovete prima caricare i dati nel vostro profilo e in seconda fase selezionare la partita iva precaricata prima di completare la transazione.


Se non vi attenete ai punti potete sbattere la testa finché volete ma il sistema vi darà errore. Le operazioni corrette sono:

  1. Inserire la Partita Iva
  2. Premere "Ricerca.."
  3. Selezionare il profilo (precedentemente associato)
  4. confermare la scelta

Infine controllate che venga stampata in nero il numero della partita iva corretto.
Compliments!! Potete procedere con la transazione, qui un'altra storia di ordinari disservizi italici con Italotreno.

Ryanair e la transazione fallita

Dopo aver fatto slalom tra vari optional inutili di Ryanair arrivo che la transazione bancaria fallisce, o forse no.


Controllando l'email fortunatamente, ho scoperto che potevo tranquillamente ignorare il messaggio d'errore perché il numero di prenotazione mi era stato generato e in effetti un posticino sull'aereo c'era. Questa volta non sono dovuto stare in piedi sull'aereo. :P

Cari nativi digitali, state attenti. Soprattutto ai bancomat, perché quello che mi ha rubato i soldi è tuttora a piede libero e distribuisce ancora soldi.


Come accedere al sito INPS per visualizzare la dichiarazione di responsabilità

|

Come molti utenti hanno notato, il sito INPS fa di tutto per rendere la vita difficile ai pensionati e questo nonostante il governo italiano abbia a cuore l'accessibilità dei siti web

Dichiarazione di responsabilità ICRIC/ICLAV/ACC AS-PS
Dalla pagina vuota c'é l'errore che afferma che il "sito è ottimizzato per Internet Explorer" tuttavia non compaiono i dati perché non ancora presenti per quest'anno. Potete vedere quelli precedenti cliccando sul selettore in alto e scegliendo 2010/2011. Altre informazioni sono disponibili sul forum

Postepay, il sito non funziona senza dare errori #fail

| | |

Da diversi giorni il sito postepay risulta irrangiungibile, l'usuale pagina di accesso si comporta in modo anomalo. Se vengono inserite username e password corretti, si viene rediretti (redirect) sempre sulla stessa pagina, se invece si mettono delle credenziali volutamente errate compare (giustamente) il messaggio d'errore:

Attenzione!

La combinazione Nome Utente - Password non è corretta!

Prove fatte con diversi browser: Internet Explorer, Firefox, Chrome, si comportano tutti allo stesso modo quindi questo grave disservizio potrebbe essere causato alla nuova migrazione di sicurezza postepay. Ma sul sito ufficiale non compare nessuna nota su questa interruzione di servizio, ci sono solo generiche note come le seguenti:

Un sistema innovativo che ti permette di eseguire con maggior sicurezza le operazioni dispositive di ricarica Postepay, ricarica telefonica e pagamento bollettini effettuate con la carta Postepay sui siti di Poste Italiane (www.poste.it, www.postepay.it, www.bancopostaclick.it).

 Dal 1° febbraio 2012 è obbligatorio il nuovo sistema Sicurezza web Postepay. Se non l’hai ancora fatto attiva subito il nuovo sistema “Sicurezza web”per poter effettuare operazioni dispositive sui siti di Poste Italiane.

NON ASPETTARE

Attiva il nuovo sistema in poche, semplici mosse:

• rilascia in qualsiasi Ufficio Postale un tuo numero di telefono cellulare per associarlo alla tua Carta Postepay;

• successivamente, abilita la tua carta al nuovo sistema sui siti di Poste Italiane, accedendo alla sezione "Sicurezza web" nel menù dedicato ai servizi online Postepay.

Per i titolari di più carte Postepay, il rilascio e l'abilitazione vanno effettuati per ciascuna carta posseduta.

Il nuovo sistema è più sicuro in quanto per l'autorizzazione delle operazioni dispositive prevede l'utilizzo di due strumenti:

  • la tua carta Postepay;
  • il tuo telefono cellulare sul quale verrà inviata una password dispositiva "usa e getta" denominata OTP (One Time Password), appositamente generata per ogni operazione di pagamento. Inserendola nell'apposita casella visualizzata a video il pagamento sarà eseguito in tutta sicurezza.

Aggiornamento: In realtà quando il sito non da risposta e si viene rediretti nuovamente sulla pagina principale significa: il nome utente è corretto, ma la password no. Viste le modifiche recenti sul sito delle poste vi consiglio di accedere dal sito poste.it e non da altri dottodomini.


Syndicate content