Facebook o Censorbook



|

Pare che molti non abbiano ancora capito la reale entità di Facebook. Quando vai in una piazza pubblica puoi liberamente urlare, bestemmia e compiere atti osceni.
Se hai commesso un reato, avrai diritto a un giusto processo e bla bla.

Facebook non è una "piazza pubblica" è semmai una "piazza privata", se ti comporti in modo improprio, che non significa illegale, puoi essere messo alla porta in qualsiasi momento e senza nessun giusto processo.

Fandonie?

Video dei cagnolini buttati nel fiume

Il video si è diffuso in modo virale, 2 dei miei contatti l'hanno condiviso dopo 5 minuti e dopo altri 5 minuti è stato inghiottito nel nulla. Anche digitando l'URL esatta non succedeva nulla e si veniva rediretti verso la propria bacheca.

Giusto o sbagliato, Facebook non vuole agitare gli animi, creare problemi o preoccupazioni nei propri utenti. Ci sono script impropri, se non malevoli che alterano fittiziamente il numero dei fan di un gruppo.
Se non lo si toglie subito e FB se ne accorge il gruppo viene chiuso.

Altre questioni in un articolo di PI. Prima di spostare la vostra attività solamente su Facebook pensateci e leggete il TOS Terms of Service. La prossima volta che diventate "amico" di una società o di un pub sappiate che quell'account può sparire da un momento all'altro e fanno solo bene perché il web è pieno di dementi disposti a credere a tutto. (gli stessi che poi si lamentano che è colpa di Facebook perché gli ha fatto scaricare un virus).