Zingari vs Senegalesi, Torino vs Firenze. Razzismo o disperazione?



| |

In questi giorni sono successi 2 avvenimenti collegati al razzismo. Un incendio a delle baracche rom e un duplice omicidio di senegalesi con suicidio.


Coincidenze, crisi, disperazione? Chissà. Sembra che è arrivato il "periodo combo" di un certo filone, così come accade quando che in una settimana cadono 3 ascensori in 3 città diverse, quello che però mi infastidisce è l'abitudine di fare di tutta l'erba un fascio.
I senegalesi sono un popolo di immigrati che vengono in Italia per lavorare, vendere materiale contraffatto e altri lavori manuali, i rom sono un popolo che non si è mai integrato e se è peccato dire che sono "tutti ladri", non si può negare che sono gli unici ad elemosinare con bambini, anche piccolissimi, e che trascorrono il tempo a chiedere l'elemosina anche con insistenza.

Se poi la politica e le autorità fanno finta di non vedere, perché magari la loro auto blu ha i vetri troppo oscurati, è facile dare del razzista all'uomo della strada quando per anni non si è fatto nulla contro microcriminalità e parcheggiatori abusivi.
Ma si sa, in Italia quando scappa il morto sono tutti più propensi a dispensare consigli proposte e soluzioni, salvo poi dimenticarsene il mese dopo.