Italia



••>> ☎ Tele2 / TeleTu adsl fa schifo!!!!!

| |

Aggiornamento 24/11/2010: Il Garante delle Comunicazioni AGICOM ha messo a disposizione un software per monitorare la qualità del servizio adsl. Se volete verificare obiettivamente e "ufficialmente" che le caratteristiche della vostra linea corrispondano effettivamente a quello promesso dall'operatore, ora potete farlo.

Aggiornamento 01/11/2010: PARLATE DI TELE TU / TELE2 . I commenti che non hanno a che fare con TELETU / TELE2 non verranno più approvati, grazie per la collaborazione

Aggiornamento 07/07/2010: Diffidate da chi in queste pagine si spaccia per "tecnico esperto in attivazioni" che vi vuole proporre scorciatoie. Qui ognuno racconta la propria esperienza. punto e basta

Aggiornamento: Se volete parlare di Rimborsi adsl, fate rifermento a questo post

Aggiornamento: Se avete problemi con l'adsl forse questa storia potrebbe anche esservi utile.

Aggiornamento: Tele 2 / Vodafone è stata condannata.

Aggiornamento: Tele 2 cambia nome in "Teletu", sempre di Opitel s.p.a. Gruppo Vodafone

Finalmente è fatta!
Ho disdetto tele2 adsl, dopo più di un'anno di servizio ho detto basta e ho mandato la raccomandata della disperazione.

Al ritorno dalle vacanze, il servizio adsl è stato penoso! Magari fosse stato lento! Il segnale cadeva ogni 2 secondi e quindi poi la connessione ripartiva; prima del 1 settembre poteva succedere solo 1 o 2 volte la settimana, ma adesso è cronico: dalle 7 di sera in poi c'è bassa marea e la navigazione è impossibile.

Ho provato a contattare il call center a pagamento e dopo 30 minuti di attesa, mi dicono: "Sì.. siamo facendo delle configurazioni" oppure "Sì.. ma Internet Explorer che errore le dà?"

Adesso sono nel limbo devo scegliere un'altro provider.. il monopolista funzionanante o rischiare ancora e disdisre entro 7 giorni?
chissà

Aggiornamento1: Sto passando ad Alice 640 di Telecom, i bastardi di Tele2 dicevano di avermi liberato il segnale ma non era così.. mi raccomando la raccomandanta va mandata un mese prima, ma poi loro vi tolgono la linea lo stesso giorno del mese iniziale che ve l'hanno messa!!
Dall'altra parte c'é telecom che vuole farvi Alice free, quindi a consumo, nonostante voi chiediate alice flat, non fatevi prendere per il culo!

Aggiornamento2: Sono rammaricato a dirlo, ma non ce l'ho fatta..  Tele2 non mi HA MAI tolto il segnale. I suoi operatori hanno sempre affermato che la linea era stata liberata, ma di fatto non è stato così, tutte le migrazioni verso altri operatori sono fallite e per tagliarla corta sto per attivare la 640 con Tele2, sono incazzatissimo ma siamo davvero impotenti davanti a questi fatti.
Telecom mi aveva consigliato di chiamare il numero verde 800578722 per sapere chi occupava il segnale.. e la risposta è stata TISCALI.. Tra l'altro ho dovuto anche disdire la preselezione con tele2 perché non era possibile usufruire di questo numero(T2 non trasmette il numero di casa, ma privato).

Senza senso, rivolgersi alla giustizia sarebbe stata la cosa eticamente più giusta, ma come in molte cose uno guarda al danno minore e in questo caso sono stato costretto a riattivarla con loro.
Bello dire abbasso la mafia, ma fin quando i politici non ci daranno una giustizia efficente converrà fare così.
Nessuno garantisce niente e dopo anni di trattative si potrebbe arrivare al massimo al risarcimento del giorni di non funzionamento.. perché nessuno garantisce niente, aspetta e spera e dove si può viva i 7 giorni di recesso
Non tutti riescono a farsi pagare una carretta di euro per degli stivaletti che si rompono durante il matrimonio e dopo 7 anni di tribunale uno potrebbe già aver divorziato

Aggiornamento3: dall'11 ottobre 2005 sono senza adsl e probabilmente lo sarò ancora per molto, visto che non si capisce ancora quale operatore stia occupando la mia linea. Ho provato ad attivare l'adsl con Telecom, Tiscali e Tele2, sperando che almeno uno dei 3 riconosca di occuparmi il segnale, ma questo sembra non essere abbastanza per uscire dalla situazione di stallo. Passare al VOIP non me la sento, chiudere il numero e riaprirlo sono 150€, ho provato anche a mandare un fax al numero di Telecom 803308187, ma non ho avuto alcuna risposta.

Se qualcuno sà qualcosa in più, per sbloccare questa situazione assurda, scriva pure un commento!

Per chi ha Tele2 se chiamate il numero verde 800578722 che operatore vi risulta?

Penultimo aggiornamento: Novità chiamando vari call-center ho capito che il segnale Tele2 occupato da Tiscali è in realtà sensato!! Tele2 non ha linee adsl quindi subappalta quelle di altri gestori, nella mia zona guarda caso Tele2 usava linee Tiscali ecco risolto l'arcano.

Ultimo aggiornamento: (speruma!) Gesù Maria e tutti i santi delle preghiere benedette da Benedetto papa..
Gesù bambino esiste!!! Dopo diverse settimane che ho mandato l'ennesimo fax di disdetta, oggi ho chiamato il numero verde per sapere l'operatore adsl e cosa mi dice? IL SERVIZIO ADSL SULLA LINEA CHIAMANTE E' NON ATTIVO!!!! Italiano a parte hanno spento il Matrix, una nuova (in)civiltà mi aspetta la fuori.

Ennesimo aggiornamento:
Sono passato a Telecom Italia(finalmente!), solo che dopo un giorno di navigazione tranquilla, il problema si è ripresentato: la linea(segnale) cade ogni 5 secondi la sera e non solo, chiamo il 187 per spiegazioni, tasto 5 e 2.

FINE DEGLI AGGIORNAMENTI 

Adesso che sono con telecom ho chiamato il 187 e dopo qualche giorno è venuto un tecnico(reale) e dopo aver fatto degli accertamenti sulla linea ha tratto la conclusione che la centrale è un po' lontana da casa mia, ma comunque dovrebbe andare, quindi ha tolto un filo dalla presa principale e il segnale sembra tenere.
NB: La mia adsl ha SEMPRE funzionato bene con Tele2 fino ad agosto 2005 e poi mi ha fatto davvero penare.. la mia presa principale non è a bagno nell'acqua e davvero non riesco ancora a capire a cosa è stato dovuto il guasto. L'apice dell'assurdo l'ho avuto quando dovevo mantenere una chiamata attiva(187) per  non perdere il segnale la sera.

Tutto documentato in questo video

Comunque sia per avere l'intervento del tecnico telecom dovete richiederlo tramite l'operatore adsl che avete


Alice adsl di telecom Italia e il call center simpatico


Sono passato a Telecom Italia(finalmente!), solo che dopo un giorno di navigazione tranquilla, il problema si è ripresentato: la linea(segnale) cade ogni 5 secondi la sera e non solo.

Tutto sembrerebbe come con tele2, ma il problema si fa molto più misterioso, perché se tengo la linea occupata con una chiamata, la connessione non cade più tanto di frequente.

Non ho una risposta razionale all'affermazione qui sopra però vi assicuro che da me funziona anche se si tratta di un hack schifoso(*) (e se fatto col call center di tele2 anche costoso). 

Chiamo il 187 per spiegazioni, tasto 5 e 2.

IO: Salve mi cade la linea ogni 5 secondi

Op: io sono un commerciale, rifaccia il numero e prema 5 poi 2

IO: [..] (Rifaccio tutto per 3 volte e la risposta dell'operatore è sempre la stessa)

IO: Sì, ma è 3 volte che faccio il numero e rispondete sempre VOI!!!

Op: Bisogna essere fortunati, riprovi ancora..

IO: (incazzato) ma cos'è la lotteria a premi?

Op: e.. quasi..

IO: Ma stiamo scherzando? Com'è possibile che lei non possa fare una segnalazione per questo disservizio

Op: ok la faccio, ma non me la considerano

Op: (..) fatta arrivederci

Op: (..) Signore può chiudere se no non riesco a prendere le altre chiamate!

IO: (*)[sono al 99% di un download, lo finisco e butto giù, dopodiché il segnale cade]

Morale? I servizi adsl non sono molto diversi da un operatore all'altro, la differenza è che da una parte telefoni per farti prendere per il culo  gratis e dall'altra paghi anche.


Regali di Natale


Ci siamo quasi, Natale è alle porte, quante cose scontate! Personalmente non lo festeggio più da qualche anno; non faccio e non ricevo più regali visto che l'effimero scambio di doni non originali tra parenti è andato via via scemando.
Quando ero piccolo ho ricevuto 3 album uguali di Jovanotti, ma ho avuto le palle di dire ai gentili ospiti che mi era già stato regalato, così gli anni dopo facevano che darmi direttamente i soldi; anche qui ricevevo regali doppi o tripli, ma un cinquantone si scambia molto meglio che un compact disc.
Anche lo scambio di panettone e pandoro non era male, una ricetta classica per non andare a trovare le persone a mani vuote, peccato che gira e rigira alla fine delle feste arrivavano tutti a me e arrivavo a mangiarli fino a Pasqua dell'anno dopo.
Cosa regalarsi quindi per le feste?
Per spendere bene bisogna comprare qualcosa di utile, vero! Quindi lasciate perdere l'oro, le pietre preziose(diamanti, smeraldi ecc..), buttatevi su gli ultimi gingilli tecnologici: computer portatili, stampanti, videocamere, fotocamere,.. la spesa sarà un po' più elevata ma avrete sicuramente dei risparmi in seguito.
Se siete degli informatici, invece, potreste unire l'utile al dilettevole; per esempio se sviluppate molti siti web potreste valutare l'acquisto di un Virtual server professionale o housing, ovvero un computer virtuale dove installare sopra web server, CMS; in questo modo evitereste di pagare il costo fisso per un web hosting asp java(jsp) php per ogni sito che fate.
Anche la registrazione dei domini vi verrà a costare di meno, ma dovrete configurarvi a mano la gestione del dns. Un'altra spesa-investimento carina potrebbe essere quella di fare pubblicità ai siti vostri per arrivare primi nei motori di ricerca, il servizio adwords di google è molto conveniente e pagate solo quando i visitatori cliccano sulla vostra pubblicità.
Se vi avanza ancora qualcosa ci sta ancora un bel lastminute con una compagnia di voli low cost, Mar rosso (sharm el sheik), Tailandia, Brasile sono le mete più ambite, ma se credete nell' ottimismo che vola dovreste anche comprare una memoria sd aggiuntiva per fare stare tutte le foto nella macchina digitale, anche quelle di capodanno.


Appello no tav

|

Blog del Nodo Lilliput
07 Dic, 2005

Inviato da lilliputmessina

Appello di un No Tav

Qui viviamo con gli scarponi ai piedi anche in casa. Viviamo sbirciando
dalla finestra quanti mezzi della polizia sono intorno a noi e quanti stanno
andando a raggiungere "il fronte". Viviamo costretti a dare i documenti per
andare a casa nostra. Viviamo con telefoni accesi e sorvegliati. Viviamo
schedati, scortati, blindati . Ma soprattutto, viviamo con gli scarponi ai
piedi anche in casa per dare
il cambio a chi da giorni resiste nella neve e per accorrere alla chiamata
di chi
sta difendendo le barricate, ogni volta che provano a sfondare per tentare
di far partire i cantieri più inutili della storia d'Italia. Non li
fermeremo? Questo non lo sappiamo, ma almeno potremo testimoniare. Sono anni
che ci nascondono la verità, che ci infangan! o e ora, come se non bastasse,
ci hanno anche umiliato pubblicamente definendoci terroristi e nemici
dell'Italia. E' per questo che,
traditi dalle stesse persone che ci rappresentano, insultati dai mezzi di
informazione, ci rivolgiamo a voi personalmente, facendo appello alle vostre
coscienze, perché questo è l'ultimo mezzo che abbiamo per far sentire la
nostra voce vera e per difendere quel poco di democrazia che è rimasta.
Siamo il cosiddet to popolo no tav. Quei rompiscatole, bollati come nemici
dello sviluppo, che si battono perché, a detta dei nostri ministri, non
hanno nulla di meglio da fare. No signori, le cose non stanno così, vi prego
credeteci, le cose non stanno così. Dietro il no tav non c'è la protesta
contro il progresso, ma c'è la precisa protesta contro uno specifico
progetto suicida. Un progetto deciso a tavolino che ha deliberat! amente
ignorato tutte le alternative possibili che in qu! esti ann i abbiamo fornito e
che consentirebbero la realizzazione della linea ferroviaria ad alta
velocità senza questo folle disastro ambientale. Il motivo di questa mail è
semplice quanto triste.Stiamo cercando di far emergere la verità che sta
dietro a quest'opera, e crediamo purtroppo anche ad altre opere italiane,
nonostante i ripetuti sforzi di alcune testate giornalistiche e televisive
di distogliere l'attenzione dalla realtà delle cose per di fendere gli
interessi enormi di poche, importantissime persone.
Quello su cui vi invitiamo a riflettere è semplicemente questo:

Perché nessuno sulle testate nazionali, che si definiscono super partes, ha
ancora detto come stanno realmente le cose? Perché continuano a dipingerla
come una lotta di contadini contro lo sviluppo? O peggio ancora come una
volontà di isolare l'Italia. Perché nessuno ha ! ancora parlato con chiarezza
dei reali interessi economici in gioco? Perché gli studi ufficiali sulla
pericolosità spariscono all'improvviso nel nulla? Ma soprattutto diteci vi
prego, perché, anche in sede europea, non
vengono vagliati progetti alternativi, che passerebbero sempre di qui ma
senza fare il tunnel killer?
Purtroppo le risposte a queste domande ci sono eccome. Sono nero su bianco,
su documenti ufficiali, archiviate e prontamente occultate. E la cosa più
umiliante è che chi le conosce
bene ed ha la possibilità di parlarne non lo fa. Non lo fa per interesse e
non lo fa perché comunque è
letteralmente imbavagliato, da interessi che stanno troppo su per poter
essere attaccati. Noi
invece abbiamo una forza che loro non hanno: non abbiamo più nulla da
perdere.
Tanto cosa dovremmo fare? I ministri ci insultano, chi ! tutela le istituzioni
ci tradisce, chi si dovrebbe oppo! rre tace , e chi è preposto a raccontare i
fatti dipinge con devozione verità distorte.
Solo questa via c'è rimasta. Informare di persona. Cercando di far conoscere
ciò che sta nero su bianco e che viene nascosto. Informare di persona.
Attingendo unicamente a documenti e
dichiarazioni ufficiali e documentate. E invitando a riflettere su quanto
sia emblematica la
concordia dei mass media nel distogliere l'attenzione dai reali interessi
econ omici in gioco.
E' per questo quindi che vi rubo ancora qualche secondo di attenzione. Per
darvi i link ove potrete iniziare a saperne di più riguardo quest'opera. Vi
prego, consultateli, non lasciateci soli a combattere contro Golia. Perché
scoprirete anche che fine stanno facendo i nostri soldi senza che se ne
sappia nulla. Vedere chi c'è dietro a tutto ciò è sconcertante, ma forse si
riuscirà! a capire perché i giornali non vogliono o semplicemente non possono
ancora raccontare tutto. Come forse qualcuno saprà il nodo cruciale della
questione per noi NON E' la realizzazione del corridoio cinque. Noi non ci
stiamo opponendo al corridoio cinque. Lo abbiamo detto anche in diretta tv
(ambiente italia). E abbiamo detto chiaramente anche che non vogliamo che il
treno non passi da noi per farlo passare sulla terra di altri. Sappiamo che
il treno de ve passare. Non ci opponiamo a un treno. Sappiamo di essere nel
2005. La smettano di dirci che siamo cretini che vogliono isolare l'Italia!
Quello a cui ci opponiamo sono i due tunnel killer che si vogliono
realizzare:

1. perché sono un disastro ambientale;

2. perché dietro c'è un progetto che fa vergognare di essere italiani;

Come saprete gli scontri stanno avvenendo per opporsi alla realizzazio! ne del
tunnel italo-francese. Ci hanno insultati dicend! o che no n capiamo che il
tunnel evita danni all'ambiente. Ci hanno dato degli stupidi. Ma non viene
il sospetto che qualcosa non sia chiaro se ci opponiamo a un tunnel
chiedendo a gran voce di rivedere il progetto. Ecco la verità. Ecco qui di
seguito link alle informazioni che sono misteriosamente sparite da tv e
giornali. Se non riuscite a ciccare direttamente sui link, copiateli e
incollateli
nella barra indirizzi del browser. A spartirsi il grosso della torta sa ranno
due ditte, una per la Francia e l'altra per l'Italia. Ecco chi c'è dietro,
seguite tutti i link che vi elenco qui sotto
http://www.notav.it/modules.php?name=News&file=article&sid=799

Questo è il versante francese. vi siete mai chiesti perché in tv fanno
vedere solo francesi
sor! ridenti che vogliono il tgv mentre in realtà sono già partite numerose
proteste per i danni dovuti agli scavi. Chi mai avrà interesse nel far
vedere che in Francia sono favorevoli.
http://www.notav.it/modules.php?name=Encyclopedia&op=content&tid=2

Notate il curriculum da sant'uomo che si è preparata e poi fate un salto
alla sezione "dicono di lui" in fondo a quella pagina e capirete molte cose.
E per il versante italiano questa è la ditta incaricata dei lavori qui a
Venaus.
http://www.notav.it/modules.php?name=News&file=article&sid=789

Vi suona nuova. Non credo. Guardate qui...
http://www.cmc.coop/article.php?sid=119&mode=thread&order=0&thold=0

Viva l'Italia! E' questo il vero scandalo legato al tunnel! Asse trasversale
come ai vecchi
tempi pur di mangiare tutti dallo stesso piatto! Bentornati nell'Italia dei
faccendieri!
E ovviamente interessi da parte di chi poi ci mette macchinari, tecnologia
ecc. ecc. Insomma una fetta bella grossa di soldi, lo ripeto solo in parte
europei, da spartirsi secondo un piano preordinato già da tempo. Adesso si
capisce perché anche le testate giornalistiche, inutile parlare
di quelle televisive, solitamente schierate su posizioni opposte si sono
ritrovate d'accordo nel condannare il popolo no tav. Ecco perché soltanto
alcuni quotidiani, non legati a schieramenti o imprese che hanno interessi
economici nella vicenda, hanno conservato una certa obietti! vità
nel raccontare i fatti. Politici che si accalcano a bollarci come nemici del
progresso, come
terroristi! Da destra e da sinistra, ma non sorgevano alcuni sospetti.
Cavolo! Ed ecco la verità,
schifosa e sconcertante come sempre! Ora capite perché i progetti
alternativi al tunnel che chiediamo con forza sono sempre stati bollati come
non realizzabili. Non c'era nulla da spartirsi! L'adeguamento della linea
attuale costerebbe molto m eno del tunnel e lo si realizzerebbe in molti meno
anni, quindi, perché farlo? Cosa ci dividiamo se la torta è piccolina!
E noi a ripetere. Lo sappiamo che il treno dovrà passare. Decidiamolo
insieme il tracciato. Le
conosciamo bene le caratteristiche geologiche delle montagne. E invece no!
Il tracciato è questo si fa il tunnel punto e basta. L'uranio, l'amianto,
l'instabilità della montagna (le stesse ! gallerie
dell'autostrada stanno franando lentamente). Af! fari vos tri. A noi per ora
interessa aprire i cantieri. Anche solo per far girare una trivella a vuoto.
Almeno cominciamo a prendere i soldi. Poi si vedrà.
Ora capite perché ci sentiamo umiliati e traditi! Ma invece di ascoltarci:
si sono spartiti equamente la torta, hanno invaso la valle di militari per
portare i macchinari, ci impediscono anche la mobilità all'interno delle
stesse aree dove abitiamo ed hanno iniziato la più vergognosa delle campag ne
diffamatorie. Italiani contro Italiani! Stanno martellando a più non posso
sui media dicendo
che noi non vogliamo che il corridio. Non vero, chiediamo da anni di
approvare i progetti alternativi che tengano conto dei pericoli ambientali.
Ci hanno bollato come nemici dell'Italia. E noi proponiamo progetti che
farebbero risparmiare letteralmente miliardi. Come irresponsabili. Mentre
loro partono a trivellare l'Uranio. E tut! to ciò, ovviamente, non solo sulle
tasche ma anche sulla pelle della gente. Su questi link ci sono alcuni dati
significativi sulla pericolosità dell'opera.
http://www.beppegrillo.it/immagini/Nota%20Vigili%20del%20Fuoco%20di%20Torino.pdf

Questo riguarda la seconda galleria, quella al fondo della valle verso Torino
http://www.notav.it/allegati/DocUff/Gays_amianto.pdf

E ancora...

http://www.osservatoriosullalegalita.org/05/interventi/068notavmedia.htm

Ne riportiamo solo tre, e ce n'è gi! à delle belle, ma se voleste
approfondire, sempre! dal sit o no tav trovate numeroso altro materiale
riguardante l'impatto ambientale. Per sapere quanto vi
prendono in giro. Gli anni di studi e proteste taciuti!!!
http://www.lunanuova.it/servizi/tav/index.html

Le manifestazioni prontamente "ridipinte" dalla stampa nazionale
http://www.lavalsusa.com/giornale/2005-11-16_tav/Manifestazione%20del%2016-11-2005.htm

Come vedete. ce n'è per tutti, nessuno escluso, e noi siamo qui a passare
per nemici dell'Italia e a rischiar le botte in mezzo alla neve. E ora mi si
permetta un piccolo, ultimo sfogo. Ci hanno detto che siamo violenti e siamo
lì da giorni immobili in mezzo alla neve. Ci hanno definiti sfaccendati e facciamo i turni svegli giorno e notte per resistere ed andare a lavorare.
Ci hanno definiti nemici delle istituzioni e, mentre loro ci tradiscono, noi
ci organizziamo per portare un po' di tè caldo anche a quei poveri
poliziotti, finanzieri e carabinieri, che non ne possono nulla di quello che
sta succedendo, ma che sono lì, a passare le notti al gelo come noi. Vengano
qui i ministri, se hanno ancora un po' di dignità, a vedere chi è il pop olo
no tav. Vengano a vedere la valle, perché mi sa che
non sanno neanche come è fatta, e se la vedessero capirebbero la
pericolosità di quest'opera assurda.
Venga qui chi ci dice che pensiamo solo ai nostri interessi a vedere come il
popolo no tav sta
presenziando anche nelle proteste contro la costruzione delle altre opere a
grave impatto ambientale. Venga a leggere i messaggi di solidarietà dal
Vajont, dallo Stretto, dal Mugello e da tantissime altre part! i
d'Italia.Venga il ministro che ha appena parlato di rischio attentati a
vedere come stanno le cose. Venga almeno a vedere di cosa sta parlando.
Siamo soli in mezzo a una piana coperta di neve.
ma chi dovremmo mai far saltare in aria.Venga caro ministro a vedere chi c'è
qua. Vedrà gli anziani che hanno combattuto la seconda guerra mondiale
girare con le loro medaglie al valore e spiegare ai giovani poliziotti che è
per la libertà che hanno co mbattuto. Cari ministri, voi che dite che fra di
noi ci sono terroristi e che cercate qualunque appiglio per farci sgombrare.
Con che coraggio date del
terrorista a chi ha difeso la vostra patria? Vi prego, inventatevi qualche
scusa più credibile che improbabili attentati, per giustificare alla gente
l'assurda militarizzazione di una parte d'Italia. E poi rispondetemi: con
che faccia vi sedete sulle vostre poltrone per buttare ne! l cesso i soldi di
chi vi ha votato? L'Italia è la patria di milioni di persone, non una terra
di conquista, e noi, nonostante i vostri insulti, non siamo qui per isolare
l'Italia, ma per difenderla da chi vuole usarla per i propri, tristi
interessi. Ed ora un grazie a Voi per la vostra pazienza. Spero vivamente
che abbiate compreso le ragioni di questa mail. So che è brutto ricevere
posta indesiderata, ma allo stato attuale delle cose è
l' unico mezzo "libero" che ci rimane. Vi ringrazio della vostra attenzione e
vi prego, vi prego, vi prego siate voi uno strumento di democrazia. Le
informazioni qui riportate sono tutte documentate e ufficiali. Fate girare
questa mail verso tutti quelli che conoscete. E' l'unico modo che abbiamo
per proporre dei progetti alternativi a questo ennesimo disastro ambientale
italiano. Grazie veramente per tutto il sostegno che ci darete.

Uno sfaccendato che crede anc! ora nell 'Italia.


Tg3 nazionale censura il tg3 Piemonte


Il tg3 nazionale (h14.15) tagliuzza il tg3 locale. Il taglio è sul servizio della ragazza uccisa a Biella(Deborah Rizzato); dopo essere stata violentata a 14 anni, la stessa persona la uccide a 25.
Le ripetute segnalazioni alle forze dell'ordine, evidentemente non sono servite.

Viene intervistato un ragazzo davanti alla chiesa che dice qualcosa come: "Siamo in Italia e i delinquenti sono più tutelati delle persone normali", peccato che al Tg3 nazionale questa frase non si sia mai sentita.

Un motivo in più per privatizzare la Rai e incentivare i partiti a comprarsi una tv propria. 

Si stanno avvicinando le elezioni politiche e la sinistra per vincere non deve assolutamente parlare di riforme, sicurezza e lavoro.

Ecco qualche argomento unitario che accomuna tutti:

  • discutere su un programma fumoso
  • Non fare quello che ha fatto Berlusconi
  • Fare quello che non ha fatto Berlusconi
  • Non dar fastidio alla chiesa cattolica
  • Riscoprire il cristiano che c'è in te
  • Ritirare le truppe immediatamente, ma senza fretta
  • Salvare le aziende con partecipazione statale favorendo la concorrenza.
  • Battersi per i diritti umani e per il burqa per tutti
  • Aggiungere nelle scuole una  infinità di monili  per fare lo stato laico(basterebbe toglierne uno)
Suvvia non siamo pessimisti, adesso l'Italia ha finalmente un'inno ufficiale e adesso con la Devolution, avrà prima o poi anche un'interesse nazionale.

Libera tv in libero Stato.


Syndicate content