pensione



Come accedere al sito INPDAP con la password al posto del PIN

|

Le recenti modifiche al sito inpdap hanno causato non pochi problemi ai pensionati iscritti. La causa dell'impossibilità ad accedere è stata dovuta a una recente migrazione dei sistemi informativi verso un nuovo tipo di autenticazione.

 

 

Se in precendenza l'accesso avveniva fornendo come dati codice fiscalepin (codice numerico), ora per poter accedere alla propria pensione e ai servizi collegati (visualizzazione rata pensioneModello CUDModello 730ex Enam) bisogna fornire codice fiscalepassword (parola segreta composta da numeri e lettere).

Per i nuovi utenti (senza PIN)

Per i nuovi utenti registrati la modalità di accesso dovrebbe già funzionare in questo modo, quindi non mi dilungherò nella spiegazione

Per i vecchi utenti che accedevano con il PIN: bisogna migrare alla PASSWORD

La migrazione verso il sistema di accesso a password comporta diversi passi che vi spiegherò e vi consentiranno nuovamente di accedere alla vostra area riservata della pensione, ma prima dovrete avere con voi la vostra Tessera Sanitaria Nazionale che vi consentirà di migrare il PIN in password.

 

Dal sito www.inpdap.it procedete in questo modo:

 

  • Andate nel box verde e cliccate su Pensionati, poi Autoregistrazione.
  • Cliccate su Completamento registrazione e accedete con il PIN, in caso negativo procedete con Riassegnazione PIN in modo da ottenere un pin valido.
  • Al termine dell'operazione, tornate dove c'è il box verde e potete entrare nell' Area Riservata utilizzando i vostri CF e PASSWORD

 

 

Se avete bisogno di maggiori informazioni consultate il sito inpdap


INPS.it e la richiesta del PIN dispositivo

|

L'infrastruttura telematica dell'ente previdenziale italiano INPS sta cambiando e il cambiamento comporta una ulteriore conferma a tutti gli utenti registrati.


Questa operazione viene chiamata: "Richiesta PIN dispositivo" ed è una sorta di aggiornamento che l'INPS richiede per non dover sospendere l'accesso alla visualizzazione del cedolino pensione.

Notifica via email

Vi verrà recapitata un'email che richiede di attivare questa procedura, nel caso non procediate con l'aggiornamento l'avviso sarà recapitato a cadenze regolari, quindi più conviene attivare la procedura nel più breve tempo possibile.

Passo 1: Collegatevi al sito INPS.it

Inserite le vostre credenziali per accedere "codice fiscale" e "pin", dopodiché cliccate sulla "richiesta pin dispositivo.

Passo 2: Leggere attentamente le indicazioni

Il sito vi guiderà attraverso le schermate per procedere con l'attivazione, al termine dovrebbe essere visualizzato un  riepilogo con i vostri dati.

Passo 3: Stampate il riepilogo e recatevi presso uno sportello INPS sul territorio

Procedete con la stampa del riepilogo e per confermare il vostro pin portate il documento ottenuto a uno sportello INPS sul territorio. Per scoprire dove si trova lo sportello più vicino consulta la lista.

L'impiegato vi fornirà una ricevuta e se vi ricollegherete al sito per vedere la pensione non vedrete più l'avviso e anche via email non vi verrà inoltrato più nessun avvertimento.

INPS, ecco le nuove app per iPhone e iPad per controllare la pensione

| |

L’ente pensionistico italiano INPS, sta cercando di rimediare le sue carenze tecnologiche con il supporto agli ultimi gingilli tecnologici del momento ovvero l’iPhone e l’iPad (entrambi equipaggiati con il sistema operativo iOS).


Le applicazioni sono disponibili gratuitamente sull’AppStore e sono rivolti a lavoratori e pensionati, la prima "Inps - Servizi Mobile" permette di accedere in modo immediato ai servizi principali dell’INPS ovvero:
  • accesso al cedolino pensione
  • visualizzazione dei contributi versati (reddito imponibile)

Mentre la seconda "Inps - Ufficio Stampa" è più informativa e semplifica più che altro la fruizione delle ultime notizie Inps dai dispositivi mobili, quindi permette di visualizzare l’opuscolo informativo con le novità che a cadenza mensile viene distribuito dal sito Inps.


INPS.it sito nuovo, inefficienza solita

|

Avere a che fare con la burocrazia italiana è una cosa veramente disgustosa, ritardi, imprevisti, incompetenza, inefficienza. L'argomento del giorno sono gli uffici INPS sul territorio.

Nel giro di una settimana sono stati chiusi per ben 2 volte per riunioni sindali, ma che c**** di servizio è? Fuori dagli uffici INPS c'erano folle di immigrati GIUSTAMENTE inca***ti per aver perso una giornata di lavoro e tra le persone italiane presenti c'era chi aveva addirittura telefonato e gli era stato detto di venire tranquillamente che gli uffici sarebbero stati aperti.. ma vaff****ulo!
E tanto per dirla tutta quando poi sono potuto andare nell'ufficio interessato c'erano 2 persone, una che faceva e domande e l'altra che le trascriveva al computer, ahh.. beata macchina pubblica si assumono/evano gli amici degli amici e poi si chiamano i consulenti/lavoratori esterni per lavorare..

Buon compleanno Italia!

Prestito agevolato per pensionati Inps e Inpdap

| |

Per tutti i pensionati Inps o Inpdap è a disposizione un nuovo tipo di piccolo prestito chiamato Quinto BancoPosta, la rata viene automaticamente scalata dalla pensione e i tassi sono un po' più convenienti rispetto prodotti analoghi.


Qualche esempio:

Pensionato INPDAP
Se hai una pensione netta mensile di Euro 1.250, con una trattenuta mensile sulla pensione di Euro 250 potrai ottenere:

Euro 9.909(*) rimborsabili in 48 rate mensili

TAN 7,44%, TEG 7,70%, TAEG 10,02% (comprensivo dei costi assicurativi)

(*) Esempio relativo ad un pensionato INPDAP di 62 anni.

Pensionato INPS
Se hai una pensione netta mensile di Euro 900, con una trattenuta mensile sulla pensione di Euro 180 potrai ottenere:

Euro 8.724(*) rimborsabili in 60 rate mensili

TAN 6,58%, TEG 6,78, TAEG 8,98% (comprensivo dei costi assicurativi)

(*) Esempio relativo ad un pensionato INPS di 62 anni.

Syndicate content