Devi inserire una risposta corretta al captcha in rosso! Es. 2 + 3 scrivi 5


Dico o non Dico ?

Pare che molti abbiano idee vaghe su ciò che è l'omosessualità. La comune impressione è che solo la sodomia sia omosessualità, cioè quando maschi hanno relazioni sessuali gli uni con gli altri. La sodomia è omosessualità, ma non tutta l'omosessualità è sodomia. Secondo Webster's Third New International Dictionary l'omosessualità è l'"attività erotica con un membro del proprio sesso. . . . cercare soddisfazione libidinosa [sessuale, sensuale] con membri del proprio sesso".

Perciò qualsiasi attività come baci, abbracci smodati, carezze, miranti a destare le passioni di un altro dello stesso sesso è omosessualità. E mentre la maggioranza pensa che gli omosessuali siano maschi, il termine si applica ugualmente alle femmine che compiono le stesse pratiche. Comunque, c'è un'altra parola limitata all'omosessualità femminile, cioè lesbismo.

IL LEGALIZZARLA LA RENDE GIUSTA?

Anche se un governo dopo l'altro legalizza l'omosessualità fra adulti consenzienti, questo la rende forse giusta? Che i governi la considerino una faccenda privata o un pubblico reato è qualcosa per cui essi devono assumere la responsabilità, Ma ciascuno deve decidere da sé la propria attitudine verso l'omosessualità. Coloro che amano Dio, la verità e la giustizia assumono l'atteggiamento dell'apostolo Paolo: "Sia Dio trovato verace, benché ogni uomo sia trovato bugiardo". - Rom. 3:4.

La Bibbia, la Parola di Geova Dio, cita l'esempio ammonitore del popolo di Sodoma e Gomorra vissuto oltre 3.800 anni fa. Come tanti omosessuali nelle moderne prigioni, essi desideravano soddisfare le loro brame violentando uomini, in questo caso due ospiti angelici andati a visitare il patriarca Lot, nipote di Abraamo. Riguardo a Sodoma e Gomorra il discepolo Giuda ci dice che essendo "andate dietro alla carne per uso non naturale, [esse] ci son poste davanti come esempio ammonitore, subendo la punizione giudiziaria del fuoco eterno". - Giuda 7; Gen. 19:1-29.

Nelle leggi che diede alla nazione d'Israele, Geova Dio condannò chiaramente l'omosessualità come qualche cosa di detestabile e prescrisse la pena di morte per essa: "Non devi giacere con un maschio come giaci con una donna. È cosa detestabile". "Qualora un uomo giaccia con un maschio come si giace con una donna, entrambi hanno fatto una cosa detestabile. Dovrebbero esser messi a morte senza fallo. Il loro proprio sangue è su di essi". - Lev. 18:22; 20:13.

Le Scritture Greche Cristiane indicano in modo altrettanto esplicito quanto l'omosessualità sia detestabile agli occhi di Geova Dio: "Per questo Dio li ha abbandonati a vergognosi appetiti sessuali, poiché le loro femmine hanno mutato il loro uso naturale in uno contro natura; e similmente anche i maschi hanno lasciato l'uso naturale della femmina e nella loro concupiscenza si sono infiammati violentemente gli uni verso gli altri, maschi con maschi, operando ciò che è osceno e ricevendo in se stessi la piena ricompensa, dovuta al loro errore . . . quelli che praticano tali cose sono meritevoli di morte". In modo simile lo stesso apostolo (Paolo) ci dice molto esplicitamente che "né uomini tenuti per scopi non naturali, né uomini che giacciono con uomini, . . . erediteranno il regno di Dio". - Rom. 1:26, 27, 32; 1 Cor. 6:9, 10; 1 Tim. 1:9, 10.

Sì, anche se l'omosessualità è legalizzata, anche se diventa sempre più popolare, anche se il mondo intero diventa come Sodoma e Gomorra, tuttavia per i cristiani è sempre valida la verità della Parola di Dio: l'omosessualità è qualche cosa di detestabile, sia a Geova Dio che all'uomo morale.

DELUDENTE E INNATURALE

Giacché le leggi di Geova Dio sono per i migliori interessi dell'uomo, i cristiani non si sorprendono di trovare tanti che esercitano la professione medica e altre professioni che riguardano la salute i quali si esprimono contro questa pratica. Essi parlano spesso della frustrazione dell'omosessuale. E il dott. D. J. West, eminente esperto londinese, che, tra parentesi, crede si debbano tollerare gli atti omosessuali fra adulti consenzienti, afferma: "Nessun medico dovrebbe consigliare a un giovane di accontentarsi dell'orientamento omosessuale senza dare prima un grave avvertimento circa la frustrazione e la tragedia che così spesso accompagnano questo modo di vivere".

Che non sia solo la veduta eterosessuale si capisce dal recente libro di due omosessuali. Dopo aver detto che c'è un ordine di rispettabilità riguardo ai luoghi d'incontro, essendo il bar degli omosessuali il più rispettabile e la strada il meno rispettabile, gli autori proseguono dicendo:

"La casuale conoscenza per strada è anche più impersonale delle altre; la conversazione è più breve, c'è meno indugio, si arriva al punto con tale cruda e brutale rapidità che perfino i partecipanti desidererebbero si prolungasse in qualche modo.

"S'incontrano, hanno rapporti sessuali, e non sanno il nome l'uno dell'altro. Erano soli prima, e sono più soli dopo, presi dallo scoraggiamento e dalla delusione in se stessi. . . . Camminano senza meta nella notte, . . . forse cercando . . . nel luogo più spregevole, proprio perché hanno una così bassa opinione di sé e del tipo di vita sessuale che conducono". - The Homosexual and His Society, di D. W. Cory e J. P. LeRoy.

Non che questa sia la sorte di tutti gli omosessuali. Ma può ben essere la sorte della grande maggioranza. Come disse il dott. West, "la frustrazione e la tragedia che così spesso accompagnano questo modo di vivere".

Le parole del dott. West sono sottolineate dalla dichiarazione di uno che praticava l'omosessualità il quale ammise: "La mia vita è una completa rovina. Ma non pensate che io sia felice. Non lo sono. Sono triste e cerco una via d'uscita. . . . Sono triste e frustrato e tormentato".

C'è da meravigliarsi che la pratica dell'omosessualità rechi così spesso frustrazione? Il Creatore fece i due sessi perché si facessero da complemento, entrambi allo scopo di 'empire la terra' e recare un senso di completezza e felicità l'uno all'altro. Che l'uomo e la donna fossero fatti l'uno per l'altro è indicato dalla medesima struttura degli organi sessuali. Gli intimi rapporti coniugali, se avuti con considerazione l'uno per l'altro, rafforzano il legame matrimoniale nonché la personalità di ciascuno. Sì, dove marito e moglie adempiono entrambi la funzione appropriata secondo la norma di Dio, il matrimonio è bello ed edificante. - 1 Cor. 7:3-6; Efes. 5:22-33.

La rettitudine stessa della veduta eterosessuale della Bibbia non mette subito in risalto la fallacia della veduta omosessuale? Nella relazione omosessuale uno dei due finge d'essere o fa la parte del sesso opposto, in senso fisico, mentale ed emotivo, e quindi si basa su una menzogna. Come disse il libro Homosexuality, scritto dalla Società degli Psicanalisti Medici, Comitato di Ricerca: "È irrazionale cercar di trovare qualità femminili in un compagno sessuale maschile".

Che l'omosessualità si estenda significa che molti intraprendono un modo di vivere che reca così spesso frustrazione e miseria. È cosa detestabile e disgustosa agli occhi di Dio e di coloro che amano la giustizia. La condotta saggia da seguire è di conoscere ciò che si deve fare per evitare tale infelice risultato, disapprovato da Dio

Rispondi

Inserisci sopra una risposta corretta al captcha in rosso! Es. 2 + 3 scrivi 5
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.